Il Corriere della Sera  racconta di RENA.

Promuovere questa capacità di associarsi anche tra i giovani è, d’altra parte, una delle strade intraprese dai ragazzi italiani più impegnati nel cambiamento. Ne è un esempio Rena, Rete per l’eccellenza nazionale, gruppo indipendente e no-partisan nato con l’obiettivo di rendere l’Italia «un Paese aperto, responsabile, trasparente ed equilibrato». «Per riuscirci — spiega Fabio Oliva, uno dei fondatori, funzionario Onu di 32 anni che lavora a Torino — cerchiamo di unire le nostre competenze e metterle al servizio di specifici progetti». Free as the web e (In)formiamoci!, alcune delle iniziative in corso: volta a promuovere la libertà di Internet la prima, destinata ai ragazzi delle superiori la seconda. «Incontriamo gli studenti — spiega Fabio — per mettere a disposizione le nostre esperienze, per incoraggiarli a rischiare e a realizzarsi».