fbpx

INTERSEZIONI     |     LA SCUOLA     |    PROGRAMMA     |     DOCENTI    |     CANDIDATI    |    EDIZIONE  2021

RENA SUMMER SCHOOL 2022 – XII EDIZIONE

INTERSEZIONI

ESPLORARE, COMPRENDERE E RACCONTARE LE MOLTEPLICITÀ

C’era tempo fino al 22 luglio per candidarsi! 🙁

a cura di

in collaborazione con

a cura di

in collaborazione con

 

Le diverse forme di ineguaglianza e discriminazione talvolta si mischiano tra loro, creando ostacoli che spesso non sono compresi da un modo convenzionale di pensare”, Kimberley Crenshaw

Durante gli ultimi due anni, disuguaglianze e fratture sociali di lunga data si sono esacerbate. Per contrastare questa tendenza, il dibattito su inclusione e contrasto alle fragilità si è arricchito di nuove voci e nuovi strumenti: dalla data analysis come base imprescindibile per ricostruire le politiche pubbliche (ad esempio, in ottica di genere) alla presa di parola delle voci invisibili nel dibattito pubblico tramite nuove e più efficaci narrazioni, fino a pratiche di cura e ricostruzione della comunità attraverso riflessioni e sperimentazioni di decolonizzazione della sanità, dell’educazione, della tecnologia.

Accanto ai singoli strumenti, si sta affermando anche in Italia un approccio che guarda oltre le singole categorie di potenziale discriminazione (come genere, età, orientamento, origine, disabilità, eccetera) e rimette al centro le persone e le loro molteplici identità. Come notava Kimberley Crenshaw, giurista e attivista statunitense che ha coniato il termine intersezionalità, l’intrecciarsi di faglie di fragilità può avere infatti gravi effetti di esclusione sociale per interi gruppi (come per le donne migranti, tra le più colpite dagli effetti del lockdown e della recessione; oppure per lǝ giovani con disabilità, esclusǝ in modo particolarmente forte dal ricorso indiscriminato alla DaD), e rischia inoltre di rimanere invisibile in un sistema di narrazioni e pratiche che predilige un racconto superficiale e semplicistico di problemi e soluzioni.

Giunta alla sua 12esima edizione e in continuità con le precedenti, la RENA Summer School 2022 intende dare allǝ partecipanti il tempo e gli strumenti per porsi domande e costruire dibattito sui temi delle disuguaglianze e della giustizia sociale. La Summer School sarà uno spazio dedicato alla ricerca di strumenti, narrazioni e pratiche basate su approcci intersezionali e utili a esplorare, riconoscere e raccontare molteplici esperienze attive nel nostro Paese.

LEGGI DI PIÙ

Accanto ai singoli strumenti, si sta affermando anche in Italia un approccio che guarda oltre le singole categorie di potenziale discriminazione e rimette al centro le persone e le loro molteplici identità. Come notava Kimberley Crenshaw, giurista e attivista statunitense che ha coniato il termine intersezionalità, l’intrecciarsi di faglie di fragilità può avere infatti gravi effetti di esclusione sociale per interi gruppi, e rischia inoltre di rimanere invisibile in un sistema di narrazioni e pratiche che predilige un racconto superficiale e semplicistico di problemi e soluzioni.

Giunta alla sua 12esima edizione e in continuità con le precedenti, la RENA Summer School 2022 intende dare allǝ partecipanti il tempo e gli strumenti per porsi domande e costruire dibattito sui temi delle disuguaglianze e della giustizia sociale. La Summer School sarà uno spazio dedicato alla ricerca di strumenti, narrazioni e pratiche basate su approcci intersezionali e utili a esplorare, riconoscere e raccontare molteplici esperienze attive nel nostro Paese.

LE COSE PIÙ APPREZZATE NEL 2021

“Il fatto di essere circondata da persone con tanta grinta, tanta voglia di capire, di esplorare e di costruire.”

LA SCUOLA

La Summer school di RENA si presenta ogni anno come una sfida in cui partecipanti e docenti, grazie alla curatela dellǝ sociǝ di RENA, mettono in atto un processo di intelligenza collettiva per investigare, conoscere e offrire prospettive su temi socio-economici di frontiera e urgenti.  

La scuola sarà organizzata intorno a 3 temi, che verranno analizzati a partire da un approccio intersezionale: Analisi, Narrazioni, Pratiche.

Mescolando momenti di scambio con professionistǝ, ricercatorǝ, attivistǝ ed espertǝ a momenti laboratoriali di sperimentazione e di co-produzione di pensiero, la quattro giorni di costruzione di intelligenza collettiva mira ad avviare un lavoro di tessitura delle e fra le zone di marginalità.

La Summer school 2022 è in continuità con il progetto Heroes.

Per maggiori informazioni su come raggiungere la Città di Matera, consulta il sito del Portale turistico ufficiale e in particolare la pagina dedicata a persone con disabilità o bisogni speciali.

IL PROGRAMMA DELLA RENA SUMMER SCHOOL 2022

Affronteremo i temi della marginalità e della discriminazione.Cercheremo e condivideremo strumenti, narrazioni e pratiche basate su un approccio intersezionale per affrontare le disuguaglianze esacerbate negli ultimi anni.

Faremo della complessità un fattore di analisi e di comprensione delle intersezioni tra diversi fattori che concorrono all’esclusione quali genere, provenienza, classe, salute psico-fisica.

LEGGI DI PIÙ

ANALISI – Nel dibattito che ruota intorno ai dati e al loro uso per migliorare servizi e politiche, rimane spesso ai margini la domanda su quali dati risultino “nascosti” e quali categorie rese “invisibili”. L’accesso ai dati disaggregati per genere, per provenienza geografica, per età, eccetera, è un elemento imprescindibile di democrazia senza il quale non è possibile indagare (e affrontare) disuguaglianze strutturali della nostra società come il gap di genere nelle politiche pubbliche.

NARRAZIONI –  Le persone con background migratorio, le persone LGBTQAI+, le persone con bisogni speciali vengono spesso invisibilizzate e lasciate ai margini di un dibattito pubblico che si occupa di loro solo in concomitanza di dolorosi fatti di cronaca. Promuovere approcci inclusivi alle narrazioni pubbliche e nuove pratiche di comunicazione nei mass media, sui social e nelle arene pubbliche è un elemento fondamentale di emancipazione di advocacy, e di empowerment delle comunità. 

PRATICHE – Salute, educazione, lavoro, tecnologia non sono ambiti neutri e accessibili a tutti. Al contrario, al loro interno possono svilupparsi pratiche più o meno inclusive che determineranno le opportunità del mondo di domani. Quali pratiche di empowerment e accessibilità si sono sviluppate negli ultimi anni (in particolare, nel mondo post-covid) negli ambiti del nostro quotidiano e come possono informare e hackerare politiche pubbliche e strategie di investimento europei e nazionali?

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

GIORNO 1

h15:00 | Introduzione alla Summer | A cura di RENA

h15:30 | Unconference: Pensiero creativo | A cura di RENA

h16:00 | Panel: INTERSECTIONS: new approaches for social justice con:
Angelica Pesarini, Assistant professor, Università di Toronto (online)
Juliana Wahlgren, EAPN Director

h18:15 | Unconference: pensiero creativo. Debriefing della giornata | A cura di RENA

h19:00 | Talk: PNRR e divario Nord-Sud, Gregorio De Felice, Chief Economist Intesa Sanpaolo

GIORNO 2

h09:00 | Lab: Dati per contare | A cura di Period Think Tank

h11:00 | Panel: Raccontare le molteplicità, con:
Giulia Siviero, Il Post
Maria Venditti, Attivista e Presidente del Consiglio Comunale e Consigliera delegata ai Servizi Sociali della Città di Telese Terme
Marianna Kalonda Okassaka, Brand Manager di Colory*

h14:00 | Unconference: pensiero creativo | A cura di RENA

h14:30 | LAB: Costruire nuove narrazioni | A cura di Annamaria Simeone, Presidente Giosef Torino

h17:00 | Talk: Un approccio intersezionale all’intelligenza artificiale, con:
Diletta Huyskes, Head of Advocacy di Privacy Network e PhD Researcher

h18:15 | Unconference: pensiero creativo. Debriefing della giornata | A cura di RENA

 

 

GIORNO 3

h09:00 | Panel: Dalla visione alla pratica: approcci intersezionali alla salute, all’educazione con:
Maria Pieri, Centre for Social Studies, Univ. of Coimbra 
Rahma Nur,
I.C. Fabrizio de André, Pomezia; poetessa/narratrice; membro del gruppo di studio Concorso Nazionale Lingua Madre

h10:30 | Talk: Il diversity management in azienda con:
Gabriella Crafa, Diversity

h11:30 | Talk: Un’altra relazione con il territorio: Slow Food e il Community Organizing con:
Abderrahmane Amajou, Slow Food International

h14:00 | Unconference: pensiero creativo | A cura di RENA

h14:30 | Lab: Chi si prende cura di me | A cura di Marie Moïse, Stanford University Florence

h16:45 | Unconference: pensiero creativo. Debriefing della giornata | A cura di RENA

h17:30 | Lab: Matera Accessibile | A cura di Cristina Amenta

GIORNO 4

h 9:30 |Motivational Talk con:
Adama Sanneh, CEO Moleskine Foundation

h10.30 |Lab: prospettive intrecciate | A cura di RENA

h12:00 |Unconference: restituzione e chiusura scuola

DOCENTI DELLA RENA SUMMER SCHOOL 2022

Fabrizio Barca
Fabrizio Barca
Fabrizio Barca
marianna kalonda okassaka
Fabrizio Barca
Fabrizio Barca
Juliana Wahlgren
Fabrizio Barca
Fabrizio Barca
Gabriella Crafa

LA RENA SUMMER SCHOOL, ORMAI L’AVRETE CAPITO, È SPERIMENTAZIONE, FRONTIERA, COMUNITÀ. SE SIETE PRONTI E PRONTE ALL’ERRORE O SE VOLETE DIVENTARLO, QUESTA È LA SCUOLA CHE FA PER VOI.

LE COSE PIÙ APPREZZATE NEL 2021

“La scelta dei temi e il coraggio con cui sono stati affrontati.”

CHI CERCHIAMO

Cerchiamo 40 persone da tutta Italia: agenti di cambiamento; teoricə e practitioner; amministratorə pubblicə e attivistə; studenti universitariə; architettə e designer. Cerchiamo chi non risponde a nessuna di queste categorie ma lavora, o vuole lavorare, ogni giorno per produrre un cambiamento tangibile, giusto, sostenibile.

Cerchiamo persone pronte a condividere le proprie idee, a metterle in discussione, ad assemblarle con le idee degli altri partecipanti per costruire un ragionamento collettivo. Cerchiamo chi vede in questa scuola uno strumento e non un fine. 

Alla Summer School, inoltre, di solito ci si diverte 🙂

Scrivici a segreteria@progetto-rena.it per saperne di più

INFORMAZIONI DI SERVIZIO

La selezione avverrà in base a criteri di motivazione, parità di genere, distribuzione territoriale, eterogeneità dellə partecipanti. 

L’età minima per partecipare è 18 anni. L’età massima non c’è, perché la voglia di inseguire un cambiamento giusto non ha età. 

La partecipazione alla scuola ha un costo di €250 e include l’accesso alle lezioni e ai materiali formativi, 2 pranzi e 2 aperitivi e l’iscrizione a RENA per il 2022. 

Allə partecipanti selezionatə verranno comunicate una serie di strutture convenzionate per il pernottamento. 

La scuola inizierà alle ore 14.30 di giovedì 1 settembre e terminerà alle ore 13 di domenica 4 settembre.

CHI SIAMO

RENA è un’associazione di ispirazione civica e indipendente, animata da cittadini e organizzazioni che vogliono un Paese aperto, dove si possano sperimentare politiche pubbliche innovative, in cui le soluzioni ai problemi siano formulate e attuate in modo più collaborativo e trasparente, nel quale gli attori pubblici e privati si sentano responsabili delle proprie azioni verso la comunità.  Da anni l’associazione connette e catalizza a livello nazionale i temi dell’innovazione sociale, della produzione culturale e dello sviluppo dei territori, dell’innovazione della pubblica amministrazione e della formazione.

Dal 2011 RENA organizza una scuola estiva a Matera, per analizzare temi e questioni contemporanee in chiave innovativa e formalizzare l’importanza e il ruolo centrale di alimentare l’intelligenza collettiva del nostro paese. Primariamente attraverso le formazione.

RENA è composta unicamente da soci e socie volontari e volontarie, che vedono in RENA una comunità ancor prima che un’associazione. 

La scuola è possibile grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo. 

LA RENA SUMMER SCHOOL 2022 È SUPPORTATA DA HEROES, NOT JUST FOR ONE DAY

Heroes è un programma di formazione che vuole valorizzare e connettere gruppi (formali e informali) che realizzano progetti di inclusione sociale in Italia per giovani under 35 che fanno parte di comunità marginalizzate.

Ringraziamo per la promozione della Summer School i già partner di Heroes: