Assemblea Generale
26 gennaio 2019

I candidati

Daria Santucci

Professionista della comunicazione strategica e politica, e funzionario della Commissione europea. Attualmente sono distaccata presso la European Training Foundation, agenzia europea che opera in 29 paesi limitrofi alla Ue promuovendo la riforma delle politiche di formazione e accesso al mercato del lavoro.
Ho una vasta esperienza nell’innovare la comunicazione corporate, sostenendo le organizzazioni ad abbracciare il cambiamento mantenendo l’identità e raggiungendo gli obiettivi di comunicazione. Le mia principale expertise è la pianificazione strategica in contesti internazionali, con particolare focus le relazioni con la stampa, la gestione di social media, lo stakeholders engagement e la diplomazia digitale. Nell’ambito del mio lavoro attuale coordino le strategie di comunicazione specifiche per paese nel vicinato europeo, in linea con le priorità politiche della politica estera dell’Unione.
Amo il pensiero laterale, e ho un approccio manageriale che abbina al raggiungimento dei risultati la valorizzazione di ogni membro del team.
In precedenza, ho lavorato come giornalista (stampa scritta, TV, radio, web) e come responsabile comunicazione di eventi internazionali. Sono stata docente di e-democracy e di digital engagement all’Università di Torino.
Ho un Ph.D. in Scienza politica e sono laureata in comunicazione.
Amo il trekking e la vita all’aria aperta.
Sono in RENA dal 2008.

Stefania Paolazzi

Sono nata a Trento 28 anni fa e sono cresciuta in un piccolo paese appena fuori città. Curiosa e un pò irrequieta, ho cominciato a cercare le mie passioni vivendo a Siviglia, Granada, Firenze e Bruxelles. Sono laureata in Scienze politiche e ho conseguito un master in Smart Communities Design and Management. Negli anni ho lavorato per diverse reti di città e enti locali, come ICLEI, ANCI Toscana e l’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano. Da due anni vivo a Bologna e sono project manager per la Fondazione Innovazione Urbana, un centro di analisi, comunicazione, elaborazione e co-produzione sulle trasformazioni urbane per affrontare le sfide sociali, ambientali e tecnologiche. Mi occupo di strategie di ingaggio e coordinamento di processi partecipativi e di attivazione di comunità nei quartieri di Bologna. Inoltre, sono referente per l’area formazione e giovani della Fondazione. 
Ho conosciuto RENA partecipando alla Summer school 2015 e ho coordinato l’organizzazione dell’evento “Le comunità nel cambiamento” che si è tenuto nell’ottobre 2018 presso l’Opificio Golinelli a Bologna.

Giulia Paciello

Laureata in Scienze e Tecnologie della Produzione Artistica in Umbria, mi sono specializzata in Arti Visive e Studi Curatoriali presso la NABA di Milano. Ho poi vissuto a Berlino lavorando come Ricercatrice e Coordinatrice di progetti editoriali su Arte e Politica per Archive Books.
Nel 2012, quando Perugia si è Candidata a Capitale Europea della Cultura 2019, sono tornata alla base per contribuire al progetto affiancando il Direttore Artistico Culturale e curando la Sezione Scuole del programma.
Da quel momento si è fatta avanti la volontà di investire in un progetto di formazione “contemporaneo” per bambini e ragazzi del 21° secolo focalizzato su 4 temi principali: arte, creatività, digitale, cittadinanza. Insieme a colleghi e amici, abbiamo ideato e costruito KIDSBIT – Playing Contemporary, un progetto con più anime, tra cui un festival annuale internazionale.
Alla fine del 2017 ho co-fondato la cooperativa sociale DENSA di cui sono Presidente e Managing Director. Progettiamo e sviluppiamo esperienze di apprendimento che uniscono ricerca pedagogica e sperimentazione in campo tecnologico e artistico per generare ecosistemi densi di relazioni e contenuti.
Sono entrata in RENA nel 2017. A ottobre 2018 ho collaborato all’organizzazione del tavolo sull’educazione dell’evento di Bologna “Le Comunità del Cambiamento”.
Ho 34 anni, sono mamma di Andrea da 18.

Giuseppe Ciarliero

Sono nato in Basilicata 30 anni fa.
Dopo aver completato il liceo nella mia regione mi sono laureato in Scienze Politiche e ho studiato a Salerno, L’ Aia, Roma e Londra.
Successivamente ho lavorato a Milano e Firenze.
Da più di tre anni sono tornato a Roma dove lavoro per una società di consulenza nel settore Government & Public Sector. In queste vesti, provo ogni giorno a fare del mio meglio per supportare diverse Pubbliche Amministrazioni italiane e altri organismi internazionali per migliorarne l’operato e il “tasso di innovazione”.
Negli ultimi anni ho anche collaborato con un gruppo di giovanissimi informatici alla creazione di un chatbot che possa supportare l’integrazione dei giovani stranieri in Italia. Il progetto è nato per gioco durante un hackathon e siamo stati premiati dall’ong francese Techfugees.
Questa esperienza mi ha ulteriormente convinto di quanto ci sia bisogno di mescolare competenze, esperienze e sensibilità differenti per affrontare i problemi complessi del nostro tempo.
Appena ho del tempo libero amo viaggiare zaino in spalla con la mia compagna, guardare documentari sulla natura e andare a correre.
Ho approfondito la mia conoscenza di RENA con la Summer School del 2016 e ho collaborato all’organizzazione dell’edizione del 2018.
Il libro che mi aspetta sul comodino in questo periodo è “Speaking truth to power” di Wildavsky. 

Tommaso Goisis

Laureato in Psicologia e in Economia delle Pubbliche Amministrazioni (Pavia, Milano, Singapore), dal 2014 al 2018 ho lavorato come staff di due assessori e come policy maker per il Comune di Milano. Ho cercato da un lato di migliorare il funzionamento degli uffici, dall’altro di aprire l’amministrazione a nuove forme di dialogo con la città, occupandomi di sport, verde, qualità della vita, social housing e rigenerazione urbana. Due mesi fa mi sono dimesso, avvertendo la fine di un ciclo. Ora sono consulente e Professore a Contratto in Public Governance presso l’Università Bocconi.
Il progetto di cui sono più fiero è Senegol: un centro sportivo per l’infanzia vulnerabile progettato, costruito e gestito insieme a una serie di realtà sociali del Senegal, dove sono stato sette volte negli ultimi otto anni, imparando a guadagnarmi la fiducia del ‘diverso’.
Oltre al Senegal, ho viaggiato in quasi 50 paesi zaino in spalla, in bicicletta, in moto, scoprendo culture lontane e soprattutto conoscendo meglio me stesso.
Sono entrato in RENA nel 2015, come studente della Summer School. Dopo due anni in ascolto, nel 2018 ho coordinato la Winter School ‘Hackerare la PA’, contribuito a organizzazione e logistica della Summer School ‘Reinventare Istituzioni’ e facilitato un tavolo all’evento di Bologna ‘le Comunità nel cambiamento’.
Il mio film preferito è Forrest Gump.

Ana Victoria Arruabarrena

Discendente di migranti baschi e siciliani, figlia di esuli argentini, sono nata nel 1985 a Città del Messico. Espatriata più volte fra l’Europa e le Americhe, ho scelto negli ultimi anni Milano come luogo dove vivere, crescere i miei due figli e a cui dedicare le mie energie migliori.
Ho iniziato a lavorare a 18 anni a Buenos Aires vincendo un concorso del Ministero degli Affari Esteri italiano e ho continuato a lavorare anche durante l’Università, maturando esperienza sia in ambito privato che nella Pubblica Amministrazione.
MI occupo di politiche pubbliche, progettazione e formazione politica delle nuove generazioni. Dal 2011 lavoro per il Comune di Milano alla definizione e attuazione di politiche e progetti, prima dal Gabinetto del Sindaco e oggi, dopo una pausa dedicata alla maternità, nell’Assessorato Casa e Lavori Pubblici.
Sono felice, inoltre, di poter curare una scuola di formazione politica a Monza dedicata a ragazzi e ragazze in collaborazione con una bellissima rete di partner.
Devo la mia formazione all’Italia che mi ha reso cittadina consapevole, al Liceo francese per l’allenamento alla dissertazione e all’Argentina del 2001, per un’ineguagliabile palestra politica nel campo dei diritti umani e del sociale.
Ringrazio tutte quelle donne e quegli uomini che ho incontrato nella vita che mi hanno trasmesso il senso dell’etica in ogni campo e la possibilità di agire sul mondo e di prendersene cura. Questo cerco di portare nella ogni giorno dove sono e spero di poterlo fare anche attraverso, con, Rena.

Luca Cantelli

Classe ’87, nato nell’Appennino tosco-emiliano e cresciuto in una famiglia di artigiani ho da sempre affiancato la concretezza alla creatività impegnandomi nei contesti più disparati per seguire ciò che mi appassionava.
Sono stato istruttore di nuoto, bagnino, elettricista, macchinista e maschera in teatro, per finire a fare l’acrobata aereo, in parallelo con il mio percorso accademico in Studi Internazionali a Bologna.
In ogni esperienza formativa e lavorativa, una parte di me si dedicava sempre al “fare in modo che le cose accadessero”, trovando soluzioni semplici a problemi complessi.
Ho quindi trasformato questa attitudine in professione, lavorando in qualità di project manager in ambiti lavorativi molto diversi tra loro, per approdare alla sperimentazione e all’innovazione in ambito culturale.
In questo percorso mi sono avvicinato a RENA nel 2017 grazie alla Summer School “Governare il caos”.