SCUOLE

Hackerare la PA
Tecniche di sabotaggio civico

RENA
Winter School
2018

Hackerare la PA
Tecniche di sabotaggio civico

WINTER SCHOOL 2018

7-11 febbraio 2018
Roncade (TV)

Come si possono ‘sabotare civicamente’ quei meccanismi ossidati e vetusti di funzionamento della pubblica amministrazione?
Come innescare una scintilla che si propaghi a un’intera organizzazione?
E quando conviene farlo da dentro la PA, quando da fuori, o creando un’alleanza tra questi due mondi troppo spesso paralleli e non tangenti?
Prima di cercare soluzioni nuove, cosa possono insegnarci le storie di successo, e di fallimento, di chi ci ha già provato, o ci sta ancora provando?

Sono queste le domande cui abbiamo cercato di dare risposta nella nostra prima Winter School, organizzata insieme a H-Farm Education dal 7 all’11 febbraio 2018 a Roncade (TV).

Siamo stati guidati da una serie di principi:

  • territorialità dell’impatto: siamo convinti che qualsiasi politica, piano, progetto, debba sempre considerare i propri effetti e impatti fino alla scala territoriale più piccola. Per questo nelle 3 giornate ‘piene’ di scuola siamo saliti progressivamente di scala: partiti dai paesi e dalla città, abbiamo studiato le regioni e le aree, per finire con la scala nazionale e internazionale. Attraverso storie da ogni livello di governo, abbiamo capito quali tecniche di sabotaggio usare essendo più o meno vicini al territorio e alle leve di governo.
  • contaminazione: abbiamo portato il privato nel pubblico, e il pubblico nel privato. Mischiando storie di successo a storie di fallimento. ONG a Comuni. Casi di piccoli paesi, di medie regioni e di grandi governi.
  • storie e laboratori: alla Winter School non siamo partiti dalle teorie, ma dalle storie. Autentiche, raccontate da chi le ha scritte. Poi abbiamo elaborato tecniche, mettendole subito alla prova con workshop e laboratori immersivi e realistici.
  • confronto continuo: la scuola è stata un esercizio di ragionamento collettivo, con spazi sempre aperti per chiedere, proporre, analizzare, azzardare.