Sono 110 i candidati che hanno creduto nel progetto della Summer School RENA su Buon Governo e Cittadinanza Responsabile, in programma a Matera dal 2 all’8 settembre, e che hanno deciso di mettersi in gioco mandando la propria candidatura. Un risultato che lusinga tutta l’associazione, i docenti coinvolti e i partner di RENA, e che spinge ancora di più gli organizzatori a realizzare una Summer School all’altezza delle aspettative.

Studenti universitari, amministratori locali, professionisti ed imprenditori, accademici e giovani alle prime esperienze di lavoro, residenti all’estero o attivi nel proprio territorio, provenienti da tutta Italia e di età dai 20 ai 60 anni: è tale la varietà dei profili dei 110 candidati che il comitato scientifico ha dovuto lavorare intensamente per selezionare i 30 partecipanti. E’ fuori retorica il dispiacere per non aver potuto includere altri candidati, data la qualità delle motivazioni e dei percorsi di ciascuno.

 

Ricordiamo a coloro che hanno mandato la candidatura per la Summer School, ma che non sono stati selezionati, che RENA è sempre alla ricerca di nuovi soci che vogliano animare i suoi progetti  e rendersi protagonisti di una vita associativa frenetica ed entusiasmante:  curiosate fra i progetti di RENA per trovare quello che vi interessa di più, contattateci per richiedere informazioni e, se volete candidarvi per diventare arenauti (così si chiamano i soci RENA), seguite le istruzioni sulla pagina Aderisci del nostro sito.

E’ anche possibile sostenere l’associazione diventando amico di RENA seguendo le istruzioni sulla pagina Sostienici del nostro sito.

Intanto il Programma della Summer School è oramai definitivo, e sarà animato da moltissimi docenti che insieme formano un gruppo di livello straordinario. Insieme ai 30 partecipanti renderanno la Summer School un’esperienza da “110 e RENA”:

– Fabrizio Pagani, Consigliere Politico del Segretario Generale dell’OECD, Filippo Munisteri funzionario presso Commissione Europea ed Andrea Petrella dell’Università di Trento affronteranno il tema della smart regulation e della democrazia partecipativa. Pierpaolo Settembri, coordinatore di policy presso la Commissione europea, introdurrà la sessione;

– Coordinati da Davide Agazzi di Avanzi Sostenibilità per Azioni, Alessandro Fusacchia, coordinatore della task force sulle start up del Ministero dello Sviluppo Economico,  Annibale D’Elia di Bollenti Spiriti della Regione Puglia e Roberto Battaglia di Banca Intesa Sanpaolo saranno i protagonisti della sessione sulle start up e l’innovazione sociale;

Alex Giordano di Ninjamarketing parlerà dell’imprenditoria sociale insieme a Giusy Ottonelli di The Hub Bari e Daniela Selloni del Politecnico di Milano;

Matteo Ciastellardi dell’Universitat Oberta de Catalunya ed Enzo Maria Le Fevre Cervini, Direttore del Budapest Centre for the International Prevention of Genocide and Mass Atrocities, illustreranno le teorie sulla Sovrantià 2.0;

Gregorio Arena, direttore di Labsus, e Chiara Feliziani dell’Università La Sapienza animeranno la giornata sulla sussidiarietà e la cura dei beni comuni;

Ernesto Belisario, avvocato esperto di open data, Morena Ragone della Regione Puglia, e Fabrizio Sigillo’, avvocato esperto in nuove tecnologie, illustreranno i benefici della trasparenza e i dati aperti per le pubbliche amministrazioni;

Marcello Urgo del Politecnico di Milano, Mariella Stella, esperta di comunicazione istituzionale per la Croce Rossa Italiana, e Michele d’Alena, coordinatore dell’Agenda Digitale del Comune di Bologna, condurranno i partecipanti in una riflessione sugli strumenti web 2.0 e la democrazia;

Luca Meldolesi, economista e consulente di diversi Governi, parlerà di federalismo democratico e buon governo;

Dino Amenduni di Proforma, insieme ad Alex Foudon, esperto ICT per la Pubblica Amministrazione, e  Gianluca Sgueo, Coordinatore del sito web del Governo, faranno una lezione sul rapporto tra politica e web 2.0;

Paolo Verri racconterà l’esperienza della candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019;

Alberto Cottica, l’autore di “Wikicrazia”, torna alla Summer School a parlare di Open Government insieme a Pietro Speroni di Fenizio, esperto di e-democracy;

Rosamaria Bitetti presentarà Yourtopia;

Stefano Baia Curioni dell’Università Bocconi e Davide Gomba delle Officine Ardunio parleranno di internazionalizzazione delle imprese creative e culturali;

– Riccardo Luna, Presidente di Wikitalia ha confermato la sua presenza alla Summer School.

Tutti i candidati – cosi come  i cittadini materani e lucani – sono invitati a partecipare agli eventi pubblici di apertura e di chiusura della Summer School a cui parteciperanno personalità della politica e delle Istituzioni. Maggiori dettagli nei prossimi giorni.

Invitiamo tutti a seguirci su Facebook  (RENA  – Rete per l’Eccellenza Nazionale), su Twitter  (@ProgettoRENA) e a seguire i lavori della Summer School dal 2 all’8 settembre su Twitter (hashtag #RENASSchool).