Manca meno di una settimana all’inizio della seconda edizione della Summer School, i preparativi fremono e Matera é pronta ad accogliere i 30 partecipanti, i docenti e  gli areanuti per una settimana di lezioni e dibattiti di alto profilo sul Buon Governo e la cittadinanza responsabile. La cerimonia di apertura inierà alle ore 18.30 presso l’Incubaotre culturale Rioni Sassi alla presenza di Francesco Luccisano, Presidente RENA, Raffaele Ricciuti, Ceo Sviluppo Basilicata, Salvatore Adduce, Sindaco di Matera, Gregorio De Felice, Chief Economist di Banca Intesa, Giuseppe Civati, Consigliere PD Regione Lombardia e Andrea Di Benedetto, Presidente CNA Giovani Imprenditori.

Partecipanti

Ecco la squadra dei 30 talenti selezionati per la seconda edizione della Summer School! Le candidature sono state aperte sul sito di RENA dall’11 al 28 luglio: ben 110 aspiranti partecipanti da tutta Italia hanno creduto nel progetto della Summer School e hanno mandato la loro candidatura. Il Comitato di selezione, composto da soci di RENA e docenti della Summer School, ne ha selezionati 30: fra loro, professionisti e imprenditori, studenti e accademici. Il processo di selezione si è fondato non soltanto sul Curriculum Vitae ma anche, e soprattutto, nelle risposte a quattro domande specifiche:

1. Perché vorresti partecipare alla Summer School RENA?
2. Quali competenze potresti mettere a disposizione della tua comunità territoriale di riferimento?
3. Hai mai portato avanti un progetto per la tua comunità locale/professionale/altra comunità?
4. Qual è il ruolo e quali sono le azioni concrete di un cittadino responsabile?

Alla Summer School partecipano anche degli uditori, alcuni provenienti dalle Istituzioni locali patrocinanti l’iniziativa, altri scelti fra i candidati materani. Con questo gesto di apertura, gli organizzatori hanno voluto trasferire alla città e al territorio che ospita la Summer School il patrimonio di conoscenze e di innovazione che le lezioni e il corpo docente porteranno ai partecipanti.

Il Programma

Il corso si compone di un programma a tempo pieno impostato su quattro tematiche rilevanti per il rapporto tra buon governo e cittadinanza responsabile e su una serie di spunti complementari relativi a storie personali o progettualità locali. I cinque temi principali riguardano:

(1) la regolamentazione intelligente e la tensione / interazione tra partecipazione e decisioni basate sui dati (evidence-based decision-making);

(2) La trasparenza, i dati aperti e l’alfabetizzazione;

(3) lo spazio dei cittadini nella cura dei beni comuni;

(4) la decisione condivisa e la prospettiva della “Wikicrazia”

(5) innovazione,  start-up e impresa sociale.

I Docenti

Il corpo docente comprende giovani di RENA con esperienze d’insegnamento di alto livello e personalità affermate dal mondo del giornalismo, della politica e delle Università.

Fabrizio Pagani, Consigliere Politico del Segretario Generale dell’OECD, Filippo Munisteri funzionario presso Commissione Europea ed Andrea Petrella dell’Università di Trento affronteranno il tema della smart regulation e della democrazia partecipativa. Pierpaolo Settembri, coordinatore di policy presso la Commissione europea, introdurrà la sessione;

– Coordinati da Davide Agazzi di Avanzi Sostenibilità per Azioni, Alessandro Fusacchia, coordinatore della task force sulle start up del Ministero dello Sviluppo Economico,  Annibale D’Elia di Bollenti Spiriti della Regione Puglia e Roberto Battaglia di Banca Intesa Sanpaolo saranno i protagonisti della sessione sulle start up e l’innovazione sociale;

Alex Giordano di Ninjamarketing parlerà dell’imprenditoria sociale insieme a Giusy Ottonelli di The Hub Bari e Daniela Selloni del Politecnico di Milano;

Matteo Ciastellardi dell’Universitat Oberta de Catalunya ed Enzo Maria Le Fevre Cervini, Direttore del Budapest Centre for the International Prevention of Genocide and Mass Atrocities, illustreranno le teorie sulla Sovrantià 2.0;

Gregorio Arena dell’Università di Trento e Presidente di Labsus, e Chiara Feliziani dell’Università La Sapienza animeranno la giornata sulla sussidiarietà e la cura dei beni comuni;

Ernesto Belisario, avvocato esperto di open data, Morena Ragone della Regione Puglia, e Fabrizio Sigillo’, avvocato esperto in nuove tecnologie, illustreranno i benefici della trasparenza e i dati aperti per le pubbliche amministrazioni;

Marcello Urgo del Politecnico di Milano, Mariella Stella, esperta di comunicazione istituzionale per la Croce Rossa Italiana, e Michele d’Alena, coordinatore dell’Agenda Digitale del Comune di Bologna, condurranno i partecipanti in una riflessione sugli strumenti web 2.0 e la democrazia;

Luca Meldolesi, economista e consulente di diversi Governi, parlerà di federalismo democratico e buon governo;

Dino Amenduni di Proforma, insieme ad Alex Foudon, esperto ICT per la Pubblica Amministrazione, e  Gianluca Sgueo, Coordinatore del sito web del Governo, faranno una lezione sul rapporto tra politica e web 2.0;

Paolo Verri racconterà l’esperienza della candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019;

Alberto Cottica, l’autore di “Wikicrazia”, torna alla Summer School a parlare di Open Government insieme a Pietro Speroni di Fenizio, esperto di e-democracy;

Rosamaria Bitetti presentarà Yourtopia

Stefano Baia Curioni dell’Università Bocconi e Davide Gomba delle Officine Ardunio parleranno di internazionalizzazione delle imprese creative e culturali;

Riccardo Luna, Presidente di Wikitalia ha confermato la sua presenza alla Summer School.

Sostenitori

La Summer School è realizzata con il patrocino di Comune di Matera, Provincia di Matera, Regione Basilicata e Camera di Commercio Industria e Artigianato di Matera ed in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Sviluppo Basilicata, Matera Hub, Wikitalia, e Saet Group. La Summer School RENA si svolge inoltre con la preziosa collaborazione di supporter locali che mettono a disposizione talento ed entusiasmo per fare della Summer School RENA un momento irripetibile: i partner locali (Associazione Donne Europee, Lucana Salumi, Masturzo, Tandoi) offriranno ai partecipanti e ai docenti i pranzi mentre l’Enoteca Provinciale Mata d’Uva ospiterà due serate di degustazione dei prodotti locali per conoscere meglio il territorio che ospita la Summer School. Media partner della Summer School sono Altratv.tv e Videouno.

RENA ha sperimentato con successo per la prima volta l’esperienza del crowdfunding attraverso la piattaforma online EPPELA: attraverso questo processo di raccolta fondi online, per alcuni sostenitori di RENA – società, organizzazioni e privati cittadini – è stato possibile contribuire generosamente alla buona riuscita della Summer School, tra questi sono divenuti nostri partner Saet Group, Think Young, Marco Guadagni Immobiliare e Format. Ma RENA ha ancora bisogno di sostegno per garantire uno svolgimento ottimale dell’inizaitiva: se anche tu vuoi sostenere la Seconda Edizione della Summer School, visita il sito EPPELA e fai la tua donazione! hai tempo fino al 2 settembre e puoi scegliere anche di diventare partner RENA o partecipare come uditore alla Summer School. Grazie!