La Summer School di RENA si presenta ogni anno come un processo di intelligenza collettiva per investigare, conoscere e offrire prospettive su temi socio-economici di frontiera e urgenti. Quest’anno, la scuola andrà in scena dall’8 all’11 ottobre a Matera. Un’edizione nuova e inedita – la decima – per “immaginare la cura”: disegnare politiche per non tornare al mondo di prima quanto per creare una società e un’economia più giusta. Per avvicinarci al meglio alla nuova scuola – scopri qui tutti i dettagli – abbiamo chiesto ad ex partecipanti e a persone che hanno fatto la storia di RENA, di raccontarci la loro esperienza e le loro idee.

Giada Fichera è tra le partecipanti della scuola 2019 ed è una psicologa di comunità, presidente di NOVA coworking e curiosa studiosa dei temi di rigenerazione urbana, spazio pubblico e partecipazione civica.

La summer school di RENA è stata un’esperienza densa, piena di stimoli e di sollecitazioni che ritrovo nelle pagine del quaderno riempite in quei giorni.
Parole fitte, nomi di persone, titoli di libri e di progetti, ispirazioni che si sono fissate nella mia testa e mi hanno accompagnato in quest’anno.
La scuola è servita a dare al mio lavoro delle sfumature diverse, quelle sfumature che mi hanno regalato le persone incontrate a Matera, che ho raccolto ascoltando le meravigliose storie di chi ha partecipato e che ho fatto mie nel confronto continuo con gli altri studenti e relatori, sempre disponibili al dibattito, con mente aperta e curiosa.
Di tanto in tanto, quando ho bisogno di una spinta, di uno stimolo, una motivazione in più, riapro i miei appunti della scuola e rispolvero qualche consiglio di lettura o vado a cercare una delle iniziative che abbiamo esplorato in quei giorni, come in una sorta di atlante.
Un’occasione di apprendimento trasversale e interdisciplinare, dove la commistione di professionalità, di età e di provenienze è stato per me uno dei fattori più rilevante.
Sicuramente è un’esperienza che consiglio a chi ha voglia di sentire voci diverse e di costruire qualcosa di nuovo, immerso in un posto da favola.

Se queste parole ti hanno fatto accendere una lampadina, se hai la curiosità e la voglia di immaginare davvero la cura, e di farlo insieme ad altre 25 persone straordinarie provenienti da tutta Italia, candidati a partecipare alla scuola. Noi ti aspettiamo a Matera.

 

Scopri di più sul programma della RENA Summer School 2020

Candidati a partecipare entro il 30 agosto