Viaggio alla scoperta dei nuovi Pionieri.
Il cambiamento raccontato da chi lo sta generando.
L’Italia, se davvero vuole ripartire, ha bisogno di trasformare il modo in cui si fanno le cose. Di reinstallare il suo sistema operativo.
Questo cambio di passo è a portata di mano, ma richiede una rivoluzione del metodo.  RENA da Firenze lancia una sfida.
Trovare chi, già oggi, attraverso le sue azioni, mostra al Paese come, con volontà ed impegno, sia possibile cambiare.
E raccontare il cambiamento attraverso le storie di chi lo sta generando, di chi ha capito che esiste un modo migliore per fare le cose: farle insieme.  Il 16 Novembre a Firenze comincia la caccia ai pionieri, comincia un viaggio lungo come l’Italia. Unisciti alla carovana!
Perché i pionieri
Il nostro Paese ha bisogno di cambiamento. Ne ha bisogno per far fronte alla crisi economica e sociale che lo investe, e per impostare un modello di sviluppo che sappia cogliere le future opportunità di crescita sostenibile. C’è però poca chiarezza sulla direzione della trasformazione necessaria, e la mancanza di chiarezza crea paura, ostilità, risentimento, conflitto sociale, immobilità.
RENA è convinta che il cambiamento, nell’epoca in cui viviamo, non nasca solo dal talento degli individui, ma dalla capacità di mettere il talento in rete e, soprattutto, di attuare metodi nuovi per fare le cose. Questa rivoluzione del metodo per avvenire deve essere innanzi tutto raccontata e la narrazione del cambiamento non funziona se non è fatta da narratori credibili, che lo vivono ogni giorno.
Per questo motivo RENA parte a caccia dei pionieri dell’Italia di oggi, storie d’avanguardia da raccontare con l’aiuto di un media partner di livello nazionale, La Stampa. Per contribuire a guardare al mondo che ci aspetta con più fiducia e capire che il cambiamento è già intorno a noi, e dipende da noi.
Ma chi sono i nuovi pionieri?
Organizzazioni che si nutrono di intelligenza collettiva, non singoli individui. Organizzazioni che stanno lavorando sul territorio nazionale, portando innovazione e cambiamento attraverso metodi nuovi di fare le cose.
Soggetti collettivi che interpretano il cambiamento come una sfida etica ancorata ai quattro valori su cui si fonda RENA: Apertura, Responsabilità, Trasparenza, Equilibrio.
Non conta quale sia la forma giuridica di queste organizzazioni, ma le modalità, il metodo con cui esse agiscono. Cerchiamo organizzazioni:

  • giovani, siano nate nel corso degli ultimi dieci anni.
  • innovative, che abbiano applicato metodi nuovi a tradizionali ambiti, o che abbiano individuato ambiti nuovi per dare valore a competenze già esistenti.
  • aperte e collaborative, che superino la logica dell’individualismo, promuovano la costruzione di comunità reali, sfruttando il potenziale della rete.
  • responsabili, che agiscano con riferimento ad una specifica comunità di appartenenza.
  • ad alta connettività, che dimostrino di essere capaci di mettere in contatto mondi tra loro distanti, interagendo virtuosamente con una pluralità di soggetti diversi.
  • concrete, che abbiano promosso uno o più progetti concreti con significativi impatti positivi nei contesti in cui operano.
  • visionarie, che abbiano in testa un’idea di società, un’immagine del migliore mondo futuro, un sogno di riferimento.

Cerchiamo esperienze plurali portatrici di soluzioni pratiche e scalabili, attive nelle aree di attività che da sempre caratterizzano RENA:

  • Qualità della democrazia. Per dare all’Italia una democrazia migliore, aperta alle nuove idee ed alla partecipazione attiva dei cittadini nella definizione del bene comune. #trasparenza #accountability #opengov #opendata #partecipazione #attivismocivico
  • Sviluppo delle comunità locali. Per rendere i territori protagonisti del cambiamento mettendo al loro servizio le conoscenze tecniche e il trasferimento di buone prassi. #condivisione #collaborazione #internazionalizzazione #innovazione #creatività #intelligenzacollettiva #imprenditorialità #giovanienergie
  • Formazione e talento. Per creare opportunità di crescita per le nuove generazioni, rafforzare la cultura del merito, liberare quel talento di cui ognuno dispone. #orientamento #lavoro #ricerca #merito #educazione #mentoring #cultura #scambio #competenze

Siamo a caccia delle tante RENA che popolano l’Italia. Siamo sicuri che esistano e siamo curiosi di conoscere come questi Pionieri stanno affrontando, nei loro settori di appartenenza, la sfida più rilevante per il futuro del Paese: la ricostruzione del suo tessuto sociale.
Cosa si vince?
Niente. Oppure tutto. Tutto quello che serve per continuare il vostro viaggio da pionieri e varcare la prossima frontiera.
In palio c’è qualcosa che ha a che vedere con la buona reputazione, con la possibilità di entrare in contatto con soggetti a voi simili, con il sostegno a costruire la migliore delle vostre storie.
La caccia è infatti allo stesso tempo:

  • un esercizio di mappatura dei soggetti attivi sul territorio
  • un’opportunità di entrare in contatto con altri pionieri e creare con loro une rete stabile e duratura da far vivere durante incontri pubblici e su un’efficace piattaforma di collaborazione
  • un’occasione per dare alla vostra avventura la voce di narratori d’eccezione che racconteranno di voi sui canali di comunicazione di RENA e degli altri cacciatori e nel corso di grandi eventi pubblici.

Come ci si candida?
Non si tratta di una candidatura vera e propria. Vi chiediamo semplicemente di raccontare le vostre esperienze, le vostre storie, i traguardi che avete raggiunto e di caricare tutti i materiali di cui deciderete di servirvi qui http://www.progetto-rena.it/a-caccia-di-pionieri/segnala-pionieri/
Vi chiederemo di rispondere ad alcune semplici domande, di preparare una presentazione power point per spiegare il modo in cui fate le cose e di inviare immagini – foto, disegni, video – e suoni – voci, musiche – significativi ed evocativi che vi rappresentano scegliendo lo stile che più vi si addice.
Chi decide quali sono le esperienze migliori?
Non ci sono esperienze migliori o peggiori in assoluto. Esistono invece esperienze che meglio di altre rappresentano quel che abbiamo in testa quando pronunciamo la parola PIONIERI. Siamo a caccia di queste.
Un gruppo di lavoro composto da rappresentanti dei soggetti promotori del progetto – RENA, ActionAid Italia, Giovani Imprenditori della CNA, HUB Italia e La Stampa – selezionerà i 10 pionieri del 2013.
Appuntamento ad Aprile 2013
La caccia ai pionieri sarà aperta fino all’ultimo giorno di Febbraio.
Fino a quel giorno organizzeremo opportunità di presentazione del progetto a livello locale e attraverso i social network, e inviteremo il grande pubblico a segnalare questa call a quei soggetti che hanno un potenziale profilo da pionieri.
Marzo servirà per analizzare tutti i materiali che ci avrete inviato, selezionare i pionieri 2013 e a costruire, insieme ai narratori d’eccezione, la vostra storia migliore.
Infine, ad Aprile organizzeremo un evento di chiusura del progetto, durante il quale racconteremo all’Italia le storie dei 10 pionieri selezionati.