palermo2
Cresce e si struttura il percorso del neo-nato Presidio Cultura di RENA, un gruppo di lavoro che risponde alla volontà di stimolare la riflessione non solo all’interno dell’associazione, ma cerca soprattutto di attivare le comunità di riferimento sul tema cultura.
Dopo il tavolo dedicato all’argomento durante il Festival delle Comunità del Cambiamento di Bologna del giugno scorso, abbiamo ricevuto tre inviti a presenziare come RENA in diversi contesti nazionali legati al management e all’innovazione culturale. Abbiamo risposto presente, impegnandoci a coordinare tre tavoli di lavoro tematici: nuove forme di sussidiarietà orizzontale in ambito culturale ad Artlab a Lecce, la figura dell’imprenditore culturale oggi al Nuove Pratiche Fest di Palermo, il rapporto tra imprese e associazioni culturali al Cultura Impresa Festival di Faenza. Tre contesti differenti da nord a sud, con approfondimenti differenti e tantissimi partecipanti dai background più variegati, da cui abbiamo cercato di trarre più stimoli, esigenze e entusiasmi possibile.
Su queste basi abbiamo impostato un percorso, che sapesse interpretare al meglio la nuova strategia dell’Associazione – confermata durante l’Assemblea Generale di Roma – mobilitando i soci, attraverso l’integrazione di tematiche ed esponenti del settore culturale all’interno delle Antenne e dei progetti RENA pre-esistenti, ma soprattutto attivando gli operatori culturali e le loro comunità di riferimento. Trovando una collocazione per il progetto che sia coerente con i valori di RENA e insieme complementare all’azione che molte altre realtà (nostre associate o meno) stanno già preziosamente portando avanti.
Per questo, abbiamo identificato le linee che a nostro avviso oggi rappresentano esperienze di innovazione culturale: per meglio intercettare chi ne è fautore, per creare nuove connessioni e continuare ad ampliare l’orizzonte. Allo stesso tempo, abbiamo focalizzato alcune criticità prioritarie alla diffusione di questi fenomeni positivi, sulle quali cercheremo di agire, attraverso gruppi di lavoro e progetti dedicati, per trovare soluzioni condivise e buone pratiche da sottoporre con urgenza ai decisori pubblici.
A questo link è possibile trovare le slide che sintetizzano questi mesi di lavoro “collettivo” e tracciano la rotta – continuamente perfettibile – per i prossimi mesi
Chi fosse interessato a dare il proprio contributo, o semplicemente a restare informato sulle attività del Presidio, può compilare questo googleform
Vi aspettiamo,
Chiara e Roberta