Come possono collaborare migranti e comunità locali per generare valore sociale?

 
Questa la domanda che sabato 5 marzo a Firenze darà il via al grande OST – Open Space Technology a cui parteciperanno oltre 140 persone tra amministratori locali, enti gestori, referenti di associazioni e ONG, migranti e richiedenti asilo e cittadini interessati. L’appuntamento è in programma presso Impact Hub Firenze dalle ore 10 alle 16.
L’evento, promosso dall’antenna toscana di RENA e patrocinato da Regione e ANCI Toscana, nasce con l’obiettivo di consolidare l’interesse e la voglia di sperimentare pratiche innovative dei numerosi partecipanti intervenuti lo scorso 3 dicembre all’evento “Migranti e Innovazione Sociale”, organizzato dalla stessa antenna nell’accogliente open space di Impact Hub Firenze per la presentazione del libro Design when everybody design di Ezio Manzini.
La giornata – organizzata in collaborazione con Sociolab, Impact Hub Firenze e DESIS Network – ha lo scopo di mettere in rete esperienze e buone pratiche di innovazione sociale sul tema dell’accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo. In particolare, saranno approfonditi tutti quegli aspetti che non rientrano nell’accoglienza standard (vitto, alloggio) ma che stanno, per così dire, in “tutto il resto del tempo” che i migranti passano nei luoghi in cui sono ospitati con l’obiettivo di capire come creare occasioni per trasformare la presenza dei migranti nelle comunità locali da criticità a risorsa. Si discuterà di criticità, opportunità e buone pratiche anche prendendo spunto dai molti incontri con gli operatori del territorio che l’antenna ha incontrato in questi mesi di preparazione all’evento.
Per confrontarsi e far emergere idee, proposte e raccomandazioni si utilizzerà la metodologia dell’OST, un metodo partecipativo che permette di creare uno spazio di dialogo e networking grazie al quale la domanda che dà il titolo all’evento è approfondita e tematizzata sulla base di un’agenda di lavoro definita dai partecipanti stessi. In questo modo, le persone con interessi simili hanno occasione di conoscersi e confrontarsi per piccoli gruppi di discussione e le idee e le proposte possono emergere in modo costruttivo.
Per problemi di spazio non possiamo più accettare iscrizioni all’evento. Abbiamo aperto una lista d’attesa, a cui potete registrarvi utilizzando questo form. Nei prossimi giorni scriveremo a tutti gli iscritti per chiedere conferma della partecipazione,  in caso di rinunce daremo il posto a chi è in lista d’attesa in base all’ordine di iscrizione.
Grazie a Giulia Maraviglia di Sociolab per l’articolo
 
Link all’evento Facebook
 
 
12715519_10153342166937050_5031498654793518182_n