rena_frontiere-01
 
La cultura può essere una delle frontiere su cui si gioca la sfida del cambiamento del Paese? In che misura può contribuire allo sviluppo tanto sociale quanto economico dei territori? Può essere driver di innovazione sociale e promuovere il benessere delle comunità?
Per riflettere su questi temi, come sempre assieme, RENA organizza un incontro a Bologna il prossimo giovedì 23 ottobre, la prima pillola di Summer School della nuova stagione, alla quale seguiranno poi altri incontri nel corso dei prossimi mesi. Ospite della serata Gabriele Miceli, che racconterà il progetto di innovazione culturale e sociale In-Cul.Tu.Re – Innovazione nella Cultura, nel Turismo e nel Restauro. Partendo dal patrimonio culturale della Grecìa Salentina, In.Cul.tu.re si occupa di ricerca e sperimentazione applicate al patrimonio culturale in tre ambiti principali: restauro e conservazione, efficienza energetica per il recupero e la conservazione di edifici storici, sviluppo di strumenti Ict per la promozione e valorizzazione dei beni culturali. Un esempio di come sia possibile partire dal nostro (ricchissimo) passato e patrimonio culturale per rinnovarlo e farlo rivivere attraverso una progettazione innovativa tanto nei processi quanto negli strumenti tecnologici utilizzati.
La serata sarà anche l’occasione per raccontare il nuovo percorso in ambito culturale al quale RENA sta lavorando nel corso di queste settimane, con la creazione di un piccolo presidio sul tema e l’organizzazione di alcuni workshop sul territorio nazionale. A questo link tutte le info.
L’evento del 23 ottobre rappresenta la seconda tappa di un’avventura alla quale stiamo partecipando assieme a Kilowatt e a Working Capital, che ci porterà a costruire un calendario condiviso e partecipato di eventi dedicati all’innovazione, aperto a chiunque abbia intenzione di attivarsi su questi temi. Dai piccoli gesti alle grandi trasformazioni, un avventura che collega i luoghi e le comunità che a Bologna fanno dell’innovazione la loro vita quotidiana.
I primi passi si muoveranno durante la Smart City Exhibition (Bologna, 22-24 ottobre) con due eventi OFF. Oltre al nostro incontro del 23, mercoledì 22 ottobre ci sarà un’iniziativa ospitata da Working Capital, promossa da Localjob e Comuni-Chiamo. Ospite Simone Cicero, connector di OuiShare in Italia, che traccerà i contorni dell’economia collaborativa e della sharing economy, illustrando come anche le start-up possono diventare protagoniste positive dello sviluppo locale, creando e sfruttando le opportunità di business grazie al dialogo con gli amministratori. Seguirà un momento di Q&A moderato da Lorenzo Viscanti di SHIFT. A questo link l’evento su facebook con tutte le info.
Un’idea coerente con la strategia di RENA nei prossimi anni che, a partire da Pionieri fino ad arrivare al Festival delle Comunità del Cambiamento, si propone come “il movimento che unisce e mobilita le comunità del cambiamento in Italia”.
 
Ecco il programma della serata
 
Frontiere – la cultura come driver di innovazione sociale
Kilowatt, via del Borgo di San Pietro 22 – ore 19
 
Saluto Nicoletta Tranquillo (@lanicos), Kilowatt
Introducono la serata Letizia Piangerelli (@letiziapian) e Michele d’Alena (@MicheledAlena), RENA
Cos’è Smart City Exhibition – Andrea Mochi Sismondi
Le iniziative RENA in ambito culturale – Chiara Galloni (@lagallons) e Roberta Franceschinelli (@larobbi)
Il progetto In-cul.tu.re – Gabriele Miceli (@kabriele)
Domande dal pubblico e dibattito
Aperitivo e chiacchiere
 
Per iscriverti e partecipare alla serata clicca qui
Scarica la locandina
Per maggiori informazioni: l.piangerelli@progetto-rena.it, r.franceschinelli@progetto-rena.it