I giovani e il lavoro sono diventati il nostro pallino. Se alcuni dei temi di innovazione che tocchiamo possono essere considerati di nicchia, questo sicuramente rappresenta una questione sociale vera e diffusa: la disoccupazione tocca ancora il 43.9% dei giovani tra i 15 e i 24 anni e il dato di disoccupazione generale riguarda più di 3 milioni di persone.
Abbiamo studiato la cosa, abbiamo messo in piedi un progetto ad hoc Giovani United e pensiamo che il problema non sia banale da risolvere, ma che sicuramente non si possa farlo con metodi, strumenti e attori tradizionali.
Quindi, per dare il nostro piccolo contributo abbiamo realizzato due iniziative: l’indagine PreOccupiamoci per mappare chi sta provando ad affrontare la questione in modo nuovo e domani a Bologna, in occasione del raduno di Spaghetti Open Data #SOD15, lanceremo il PRIMO HACKATHON ITALIANO SUL LAVORO: 30 iscritti, tra smanettoni ed esperti di dominio, per scoprire come i dati possano aiutare ad innovare le analisi e gli strumenti per trovare lavoro o per definire politiche e misure più efficaci a combattere la disoccupazione.
L’obiettivo è quello di far partire dalla comunità opendata italiana un messaggio chiaro, ossia la necessità di cominciare a “lavorare sul lavoro”, come hanno già fatto altri paesi come l’Inghilterra, grazie al supporto di agenzie innovative come Nesta.
Ed è proprio al lavoro di Nesta che vogliamo ispirarci: da tempo ha lanciato una serie di iniziative per rinnovare il mercato del lavoro, tra queste il Jobs Open Data Challenge per sviluppare apps e soluzioni innovative per aiutare le persone a trovare o crearsi un lavoro. Per consentire ai team di sviluppare a partire dai dati è stato fatto un Data Guide Document di 38 pagine divise per settori che mette a disposizione ed ordina tutta la collezione di dati disponibili in UK che possano avere a che fare con il mercato del lavoro. Crediamo che uno strumento del genere possa essere un’ottima base per consentire al Paese di poter cominciare a “lavorare sul lavoro”.
Quindi domani proveremo a partire da qui, dal creare un’infrastruttura utile al Paese.
Se volete venire a darci una mano ci trovate a Bologna a Working Capital a partire dalle 10.
Per info e iscrizioni: QUI
HACK