L’impatto delle tecnologie sul mercato del lavoro è un tema che RENA ha sempre messo al centro delle proprie riflessioni e azioni, a partire dalla Summer School. Era il 2017 quando Antonio Aloisi, allora vicepresidente dell’associazione, a Matera parlava di platform economy e le sfide del diritto del lavoro:

“All’interno del “lavoro non standard”, che racchiude tutte le tipologie tranne quella di lavoro subordinato, esistono delle macro tendenze che stanno guidando lo sviluppo del mercato: la terziarizzazione, la flessibilizzazione, l’esternalizzazione, la discontinuità nelle carriere e la segmentazione ed il decentramento dell’impresa.La polverizzazione del lavoro, così come il profondo cambiamento del concetto di impresa, sono due elementi critici per capire ed immaginare quali saranno gli sviluppi del futuro del lavoro”

In un mercato del lavoro colpito duramente dalla recente pandemia (consulta qui l’ultimo report Eurostat) esplodono ancora di più la frattura tra i vantaggi produttivi e le criticità etiche, nonché legali, del rapporto tra il lavoro e la tecnologia, e quindi tra i vantaggi produttivi e le contraddizioni etiche.

Che cosa sta accadendo, ad esempio, alle professioni che non sono state spazzate via dalla tecnologia? Come ci si sta confrontando con gli strumenti di sorveglianza dei lavoratori sempre più pervasivi? Quante possibilità ci sono che il modello della gig-economy si affermi come nuovo paradigma produttivo? Che cosa potranno fare le parti sociali e le forze politiche per mettere in campo protezioni efficaci?

Partendo da questi interrogativi lo stesso Antonio Aloisi e Valerio De Stefano hanno dato vita al libro “Il tuo capo è un algoritmo”, uno strumento utile per comprendere davvero la trasformazione digitale, vestendola dei panni di un alleato indispensabile per la costruzione di una società più equa, giusta e lungimirante.

Con gli autori e con la moderazione di Cecilia Manzo (RENA) presenteremo il libro mercoledì 18 novembre 2020 alle ore 18 in diretta sulla nostra pagina facebook. Ne affronteremo le questioni principali, i punti aperti e le proposte.

Iscriviti all’evento Facebook.
Sarà possibile interagire con gli autori e porre domanda durante la diretta.