Insegnante MaturitàL’esame più temuto per antonomasia non determinerà la vostra vita. Ma non è un buon motivo per sottovalutarlo.
 
Lo sappiamo, l’ultimo anno di scuola superiore per molti è un’apnea di 9 mesi, da cui si esce sfiancati a luglio inoltrato, per godersi quella che per molti sarà l’estate più bella della propria vita.
Per colmare in maniera serena il periodo che vi separa dall’evento, però, sappiate che l’esame di maturità non condizionerà la vostra vita in maniera definitiva.
Anzi.
La verità è che non esiste nessuna correlazione certa tra voto dell’esame di maturità e successo nella vita. Sappiamo tutti la storia di Albert Einstein che andava male in matematica, o più recentemente nessuno di voi sarà stato immune dalla visione del famoso discorso di Steve Jobs che esorta ad essere “hungry and foolish”. In realtà, è vero che quasi tutte le posizioni di vertice nella società sono ricoperte da persone che hanno studiato, o in alternativa – figli di papà a parte – si sono massacrate di lavoro per arrivare dove sono.
In ogni caso, non è un luogo comune che quello che avrete studiato in questi anni, se lo avrete studiato bene, rimarrà il vostro bagaglio culturale da cui attingere per sempre nella vita. Ma al giorno d’oggi, nell’era della conoscenza, Internet e le reti hanno frammentato ulteriormente l’informazione e dato grandissime possibilità di approfondimento spesso parallele e talvolta complementari rispetto a quelle scolastiche.
Per cui, anche se il Teorema di Talete non vi entra in testa e tendete a confondere Hegel con Spinoza (beh, spero non quello del “.it”!), avete un milione di modi per “rifarvi”.
La Rete, per chi sa surfare non solo in superficie, è oramai piena di siti su cui è possibile imparare davvero contenuti e concetti anche molto complicati (no, non sto parlando dei corsi di chitarra su Youtube). Il portale più famoso nel suo genere è sicuramente quello della Khan Academy (http://www.khanacademy.org/), finanziato tra gli altri anche da Bill Gates. Su questi mega portali della conoscenza avrete a disposizione ad un click di distanza ore ed ore di lezione dei migliori professori del mondo, su argomenti anche molto tecnici (si parla di matematica, fisica, chimica, certo: ma anche di medicina o crisi dei mercati finanziari – almeno, capirai di cosa parlano ai telegiornali).
I siti migliori, ahinoi, sono quasi tutti in inglese. Ecco dunque un buon motivo per studiare ancora a scuola: la lingua di Shakespeare ormai è data per scontata da tutti, e non potrete certo prescindere dal saperla.
Ma anche in questo caso, avete una scappatoia su internet: qui, ad esempio, http://www.youtube.com/playlist?list=PL30E3404C2DC10E7B, avete una buona lista per impratichirvi secondo il vostro livello d’entrata.
I più “nerd” potranno invece già dare una sbirciata ai corsi del prestigiosissimo Massachussets Institute of Technology, meglio noto con l’acronimo di MIT, che da qualche anno ha deciso di condividere gran parte dei suoi corsi online (http://ocw.mit.edu/index.htm), con lo slogan “Unlocking Knowledge, Empowering Minds”. Non sono corsi semplici, ma scuriosare non costa nulla (iscriversi, qualcosina in più…), e quantomeno inizierete a farvi un’idea di cosa vuol dire studiare all’estero.
Ecco, se avete 10 minuti da sottrarre allo studio, o a Facebook, fatevi un giro su un paio di questi link: perché se la data della Maturità è imposta per legge, nulla vi vieta di prendere il mano il vostro futuro, e riscrivere il calendario della vostra vita sincronizzandolo col percorso che sentite dentro.