Il mio ritorno da Matera, avvenuto troppo presto, mi ha portato ancora più consapevolezza sulla bontà di questo progetto, più conosco RENA, più rimango colpita dalla bravura con cui fa le cose, dalla passione che ci mette e l’ho vista chiaramente domenica pomeriggio alla presentazione della Summer school ed è una delle cose che più ci accomuna come associazioni (RENA e CNA). La mia ultima mattina poi martedì, quando i motori si erano appena riscaldati, è stata bellissima, ho visto i ragazzi già super affiatati fra loro, entusiasti e soprattutto entusiasti di RENA.
Ho parlato con alcune di loro durante una pausa pranzo, ho raccontato un po’ la collaborazione RENA/CNA ho raccontato loro perchè Rena mi piace, il feeling che si è creato immediatamente fra le due associazioni. Ho detto loro che la cosa che di RENA più mi piace è il lavoro di volontariato assolutamente disinteressato che ha l’unico scopo di dare un contributo fattivo per il miglioramento di questo paese, che gli arenauti persone straordinarie, tutte con incarichi prestigiosi, ma che nessuno fa pesare il suo ruolo, che in RENA ogni persona vale per la persona che è a prescindere da quello che fa nella vita. Loro mi hanno guardato illuminandosi perchè nelle mie parole hanno trovato conferma in quello che avevano percepito nei 2 gg appena passati a Matera che non avevano avuto modo di capirlo dal sito di RENA, perchè da lì si evince la mission e i contenuti, ma per ovvi motivi non si percepisce la passione e le belle persone che sono gli arenauti. Nel momento in cui dovevano inviare le loro candidature, mi hanno raccontato, erano diffidenti, temevano che RENA fosse l’ennesima associazione che billantasse cose, che celasse dietro nobili scopi, interessi di parte e altre cose e invece è bastata la prestazione della Summer school domenica pomeriggio per sgombrare il campo da questi dubbi.
Stefania Milo
Presidente regionale giovani CNA Lombardia