Cari Partecipanti alla Summer School RENA sul Buon Governo e la Cittadinanza Responsabile,
domani sarete a Matera, per iniziare insieme a noi una settimana impegnativa ed intensa.
Una settimana che, ne sono certo, lascerà il segno in ciascuno di voi, e anche in noi diRENA.
Perché tutto ciò sia possibile, la nostra associazione ha lavorato intensamente in questi mesi, sotto la guida di Claudia Coppola, Francesca Mazzocchi e Pierpaolo Settembri. Da volontari, abbiamo costruito questa seconda edizione della scuola all’insegna della massima qualità dell’insegnamento e della più alta professionalità possibile. Troverete negli arenauti e nei docenti serietà, competenza, disponibilità e apertura.
Ma in cambio di questo vi sarà richiesto qualcosa di molto impegnativo.
Che cosa? Ci aspettiamo che nel bagaglio con cui sbarcherete a Matera ci sia tutta la vostra esperienza e lavoglia di fare esperienze, le vostre opinioni e la voglia di cambiarle, la vostra curiosità e la promessa di essere attori di cambiamento nei vostri mondi.
Durante la settimana della Summer School punterete la vostra lente sulle frontiere della partecipazione democratica, della creazione di politiche pubbliche e dell’innovazione sociale. Ma entrerete anche in contatto con RENA e con gli arenauti.
E vi accorgerete di una cosa: che anche se siamo gli organizzatori della scuola, noi saremo lì per imparare. Siamo ansiosi di incontrarvi, di ascoltare le vostre idee e di rifletterle nelle future attività di RENA. Siamo ansiosi di fare in modo che la settimana aMatera sia l’inizio di piani e progetti, il catalizzatore di entusiasmi edenergie.
Non per il futuro, ma per unpresente in cui il nostro Paese ha disperatamente bisogno di noi. Che saremo, forse, una generazione perduta. Ma che vivendo, analizzando e migliorando la partecipazione politica e la cittadinanza, il Paese lo stiamo già cambiando.
A presto, ci sarà da divertirsi.
 
Francesco Luccisano
Presidente RENA