ex Snia Viscosa RietiDopo l’esperienza di “co/Auletta, le tue idee abitano qui” è la volta di Rieti con “Create! La tua idea per riqualificare l’ex Snia Viscosa”, iniziativa coordinata dalla neonata antenna reatina di RENA e sostenuta dalla Banca Monti dei Paschi di Siena e dal Comune di Rieti. Il prossimo 26 settembre a Rieti ci sarà un primo incontro pubblico per presentare il progetto e il concorso internazionale di idee.

di Francesco Peluso e Rosella Volpicelli
Dopo le prime edizioni (2008-2009) dell’Assemblea Generale e gli incontri di (In)formiamoci in Lazio, RENA torna a Rieti. E lo fa in grande stile, con la creazione della sesta antenna locale (dopo quelle di Bruxelles, Torino, Milano, Bologna e Roma) e il lancio di un progetto ambizioso: un concorso internazionale di idee per la riqualificazione della ex Snia Viscosa, un’area industriale di oltre 30 ettari nel cuore di Rieti, oggi parco chiuso e abbandonato, rudere novecentesco, ferita mai cicatrizzata.
Facciamo un passo indietro. Era il settembre del 2013 quando un gruppo di di 15 persone tra “vecchi” e nuovi arenauti, come Rosella Volpicelli e Lorenzo Micheli (oggi coordinatori dell’antenna), si riunì per la prima volta. Tutti chiamati a raccolta da Alessandro Fusacchia, reatino doc e primo presidente di RENA, che ha saputo intercettare una volontà comune: la voglia di impegnarsi per il futuro della propria città. Non si parlava ancora né di antenna locale, né di ex Snia Viscosa. Quell’incontro fu l’occasione per condividere le motivazioni che avevano portato a quel primo passo. Era appena nato un gruppo di lavoro ed era stato fissato un obiettivo comune: il rilancio del territorio reatino.
Da lì alla creazione dell’antenna di Rieti il passo è breve: nei mesi successivi infatti si sono susseguiti altri incontri,  salgono a bordo molte persone e tante professionalità a servizio del progetto, viene definito il perimetro di intervento, deciso un metodo di lavoro e individuata un’area chiave: l’ex Snia Viscosa, simbolo e metafora della città. Dagli Anni ‘20, come primo insediamento e poi per gran parte del ‘900, fino agli Anni ’80, lo stabilimento reatino della Snia Viscosa rappresentò un vero e proprio polo di aggregazione ed emancipazione sociale ma dopo mezzo secolo di produzione tessile, occupazione e sviluppo economico, iniziò un lento declino fino alla chiusura definitiva nel 2007.
Forti dell’esperienza di co/Auletta l’antenna si è posta subito come garante e interlocutore tra due dei principali soggetti coinvolti: il Comune di Rieti e Banca Monte dei Paschi di Siena, proprietaria di gran parte dei 30 ettari su cui si estende l’ex Snia, trovando grande sostegno da entrambe le realtà.
Tra un mese esatto, il 26 settembre ci sarà un incontro con tutta la città di Rieti al quale parteciperanno ospiti appartenenti al mondo istituzionale e imprenditoriale. In quel giorno, dopo anni di chiusura, ci sarà anche la possibilità di varcare i cancelli dell’ex Snia Viscosa. Un momento sicuramente emozionante per migliaia di reatini che vi hanno lavorato e per tanti giovani che ne hanno solo sentito parlare.
Questo percorso porterà al lancio di un concorso internazionale di idee che servirà a raccogliere e selezionare progetti sostenibili per riqualificare l’area come sito produttivo, luogo di formazione e spazio identitario culturale: l’ambizione è quella di fare dell’ex Snia Viscosa il nuovo centro della città e un polo di specializzazione e attrazione per tutto il centro Italia. Permettendo a Rieti di tornare ad attirare intelligenze, manodopera qualificata e investimenti e a connettersi con le reti più dinamiche che già oggi lavorano sulla frontiera tecnologica, dell’innovazione sociale, dello sviluppo sostenibile e dell’internazionalizzazione.
Siamo in tanti a impegnarci in questo progetto. Tu che aspetti? Ci sarai ?
Per info e contatti:
Rosella Volpicelli – r.volpicelli@progetto-rena.it
Lorenzo Micheli – rieti@progetto-rena.it