Il TweetStorming è un modo per affrontare, con lo stile rapido e sintetico dei cinguettii digitali, un tema di attualità facendo interagire in tempo reale grandi esperti, appassionati, e semplici curiosi. Il TweetStorming non avrebbe senso se non fosse seguito da un buon lavoro di analisi dei cinguettii. Questa cosa in Italia al momento la fa soltanto RENA.
Venerdì 11 maggio il giovane imprenditore americano Ben Casnocha è stato ospite del TweetStorming organizzato da RENA e dal Centro Studi Etnografia Digitale. Questo è il risultato della tempesta: A digital ethnography of #startuptime. E Donna Moderna conferma.
Il documento, redatto del Centro Studi Etnografia Digitale, si divide in due sezioni. La prima riporta un’analisi quantitativa dello stream di tweet e la relativa mappatura visual e mira a mostrare gli influencer, le reti semantiche e le interazioni relative al Tweetstorming. La seconda consiste in un’analisi qualitativa volta ad estrapolare le principali linee discorsive emergenti dal flusso conversazionale.
L’analisi è stata condotta sui 503 tweet prodotti dai 75 utenti connessi durante l’evento.
Con questa sessione di TweetStorming abbiamo imparato che:

  • Tutto quello che è startup ed innovazione sociale è anti-economico (nel senso classico di razionale e volto al profitto individuale). Startup ed innovazione sociale sono, al contrario, degli output ottenibili solo in reti sociali etiche, dove vige la norma dell’aiuto spontaneo e reciproco.
  • L’innovazione sociale sembra sovente radicarsi nel passato, più che lanciarsi verso un ipotetico futuro remoto. L’accento che il TweetStorming, per esempio, pone sul territorio ci fa capire come spesso innovazione sociale sia sinonimo di valorizzazione dell’esistente (un esistente magari non visto o misconosciuto dai più).

Un’altra importante conclusione derivanti dall’analisi del flusso comunicativo è stat ache le startup sono una gran cosa, tuttavia per il TweetStorming in Italia la loro creazione è fortemente ostacolata l’arretratezza culturale del Paese che prende le forme di:

  • Un’eccessiva burocratizzazione delle istituzioni pubbliche;
  • Una forma mentis poco incline alla rischio e alla voglia di scoprire.

Su questo ha riflettuto lo stesso Ben che però non sembra del tutto convinto del fatto che l’Italia sia un paese così ingessato e resta colpito dalla sfiducia generalizzata che gli italiani sembrano dimostrare verso gli italiani.
Infine, ecco l’elenco dei concetti chiave di questa sessione di TweetStorming: capacità di fare rete, avere sempre pronto un piano b, vivere in una condizione di ‘beta permanente’, capacità di mappare le reti.
Ben era in Italia per partecipare al contest Vulcanicamente e presentare il suo libro, scritto a quattro mani con il co-fondatore di Linkedin, Reid Hoffman, The Startup of You (edito in Italia da Egea con il titolo Teniamoci in Contatto – per un assaggio, è possibile scaricare il primo capitolo).