Un’opportunità diversa per far emergere nuove idee per l’Italia, per discuterle e provare a realizzarle aggregando le persone: questo il risultato dell’Italiacamp di Bruxelles, l’evento che ha portato circa 400 persone ad incontrarsi in una mattina di un giorno lavorativo – Venerdì 4 febbraio – nella sede del Parlamento Europeo.
Quasi 70 le idee in competizione, la maggior parte delle quali presentate direttamente dagli autori, per lo più italiani residenti all’estero o in patria, ma anche da altri creativi di RegnoUnito, Republica Ceca, Belgio, Estonia ed altri paesi ancora. Grande anche la varietà nel tipo di proposte, che hanno spaziato dalla cultura musicale alla trasparenza bancaria, dalla distribuzione dei numeri primi sino al fotovoltaico pubblico in città.

Nella plenaria di apertura si sono alternati 4 relatori che in meno di 25 minuti hanno ribadito obiettivi e scopo dell’iniziativa. Tra questi, il vice presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella che nelle sue conclusioni ha anche proposto di replicare l’esperimento del Barcamp a Brussels anche nel 2012, mentre il presidente di RENA, nel suo discorso di apertura, ha immaginato il Parlamento nazionale come una valida alternativa.
L’evento – che rappresentava l’unica tappa internazionale del concorso “La tua idea per il paese”, lanciato da Italiacamp e riconosciuto dalla Presidenza della Repubblica – è stato organizzato in collaborazione tra tre associazioni: Italiacamp, ALL (Associazioni Laureati Luiss) e naturalmente RENA. Dopo le tappe di Roma, Lecce e Bruxelles, il quarto e ultimo Barcamp del concorso si terrà il 7 maggio a Milano, mentre come da regolamento la premiazione delle idee vincitrici è prevista a Roma per fine Maggio.
La mobilitazione della Rete a favore dell’iniziativa è stata notevole: da settembre 2010 oltre venti tra Arenatui  e futuriarenauti sono stati coinvolti a vario titolo. In particolare: Mauro Scalia per coordinamento e attività, Maria Lyra Traversa per la comunicazione, Pierpaolo Settembri, Andrea Vettori e Monica Guarinoni per contenuti e organizzazione, Irene Bordin e Mariolina Eliantonio per contenuti e promozione nell’area di Parigi e in Olanda. Ospite d’onore è stato infine Bill Emmott che ha partecipato alle discussioni sulle proposte e ha moderato la sessione conclusiva.
La partecipazione all’evento è stata elevata, se si considera il format di evento-concorso nuovo – poco noto anche a molti addetti di conferenze e brokerage – nonchè del primo in assoluto a svolgersi nella sede dell’Istituzione Europea. Terminata la fase organizzativa dei 4 Barcamp l’ultima sfida del concorso sarà quella di trasformare le 10 idee selezionate in giro per l’Italia e nel resto dell’Europa in 10 casi di successo, nuovi e per il Paese.
Per saperne di più contattare Mauro Scalia m.scalia@progetto-rena.it) o visitare il sito del progetto( www.italiacamp.it)