Come vi avevamo anticipato qualche mese fa, il programma del Festival non solo è vario ma prevede una molteplicità di forme di partecipazione.
Accanto a panel, workshop e momenti di formazione abbiamo infatti deciso di inserire una quarta forma di interazione, a partire da alcune sfide specifiche che condividiamo con alcuni nostri amici e partner.
E’ così che sono nate le “accelerazioni di comunità”, laboratori dinamici dedicati a gruppi tra le 20 e 40 persone, pensati per affrontare problemi specifici ed imparare ad utilizzare alcuni strumenti e metodi del design thinking.
L’idea è semplice: abbiamo selezionato 3 comunità che affiancheremo con l’obiettivo di proporre una soluzione, ridisegnare un progetto o proporre azioni. Grazie al network di RENA, possiamo innescare processi di intelligenza collettiva per mettere a disposizione delle professionalità altrimenti difficilmente disponibili.
Grazie ad un metodo chiaro condotto da alcuni designer, nel corso del weekend bolognese del 13 e 14 giugno, avrete quindi ben tre opportunità per mettervi alla prova e utilizzare le vostre competenze a favore di cause più che meritevoli.
Ecco a voi le tre sfide e le tre organizzazioni che abbiamo selezionato e che proponiamo ai partecipanti del Festival delle Comunità del Cambiamento come terreno di sperimentazione.
Sabato 13 Giugno, dalle 15 alle 17, sala D (sala del quadrante)
Workshop collaborativo per ridisegnare un progetto dell’associazione Libera
La domanda di fondo è una sola, semplice quanto cruciale: come fare a rendere i giovani promotori di cambiamento, sviluppo e legalità sui territori?
Quali strumenti servono davvero?
E quali sono le pratiche e le realtà che dobbiamo imparare riconoscere ed abilitare, senza snaturarle?
La sfida consiste nel immaginare l’evoluzione delle Scuole estiva “GIÀ – Giovani Imprenditoria ed Innovazione” , iniziative formative promosse da “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” in SICILIA, CALABRIA, CAMPANIA e PUGLIA.
Iscrivetevi qui:
http://www.progetto-rena.it/festival-2015/#libera
Domenica 14 Giugno, dalle 11 alle 12:30, sala G
Workshop collaborativo per immaginare un progetto pilota sui temi della Sharing Economy, da presentare al Parlamento Europeo
C’è un Parlamentare Europeo (Daniele Viotti), membro della Commissione Bilancio del Parlamento Europeo, che, in virtù della sua posizione, ha la facoltà di lavorare su temi specifici e proporre progetti pilota. I progetti pilota sono delle forme di sperimentazione che il Parlamento ritiene di finanziare con linee di bilancio aperte ad hoc, per capire quanto e come determinate politiche possano essere davvero utili. Se i progetti pilota funzionano, allora si passa da un finanziamento una tantum di meno di 1 milione di euro (questa la soglia standard massima per questo tipo di progetti) all’inserimento nelle linee di bilancio tradizionali, per replicare le politiche e le azioni proposte su larga scala. Può sembrare un processo complicato, ma è così che è nato il Programma Erasmus.
Che cosa vorremmo fare al Festival? Provare ad immaginare un progetto pilota sulla Sharing Economy, facendo leva sul lavoro preparatorio portato avanti dallo staff di Daniele Viotti e sulla esperienza di alcuni dei docenti della Sharing School che RENA ha organizzato ad inizio 2015 a Matera, insieme a Collaboriamo, Casanetural, Labgov ed un nutrito numero di partner.
Iscrivetevi qui:
http://www.progetto-rena.it/festival-2015/#scharingeu
Domenica 14 Giugno, dalle 14:30 alle 16, sala D (sala del quadrante)
Le associazioni di categoria e i nuovi “ibridi”
Cosa possono fare le associazioni di rappresentanza (associazioni di categoria, sindacati, associazioni professionali) per “i nuovi ibridi” (freelance, imprenditori sociali, startupper, gestori di coworking o fablab, piattaforme online, etc etc)?
E’ quello che vorremmo scoprire mettendo a confronto, in una stessa stanza, soggetti che tra loro sono forse troppo distanti. Stimoleremo le forme di impresa più innovative a confrontarsi con le associazioni di categoria per co-progettare servizi associativi di nuova generazione e moderne forme di rappresentanza. Mettendo insieme chi ha uno sguardo più fresco su come funziona il mondo con la competenza e l’esperienza di chi si siede ogni giorno ai tavoli delle trattative quando si parla di politiche per il lavoro e lo sviluppo economico.
Iscrivetevi qui:
http://www.progetto-rena.it/festival-2015/#ibridi