SummerSchool

 

Formare cittadini più consapevoli per avere una democrazia più partecipata.

5 edizioni, 70 docenti d’eccezione, 150 partecipanti, partner locali e nazionali, una comunità sempre più consolidata e vibrante per studiare il rapporto fra politica, pubblica amministrazione, governo locale e cittadinanza attiva.

E’ questa la RENA Summer School che nasce dalla convinzione che il miglioramento della qualità della democrazia e della pubblica amministrazione siano nelle mani dei cittadini.

Studiare

 

Progettare

Fare rete

 

.


Il Progetto

Giunge alla quinta edizione la Summer School RENA, che si terrà a Matera dal 28 agosto (dalle 18.00) al 2 settembre 2015 presso il convento delle Monacelle.

La Summer School

Trovate il calendario della scuola a questo indirizzo: http://bit.ly/CalendarioSS15.

Nei cinque giorni di formazione si alterneranno incontri con esperti internazionali di alto profilo, discussioni avanzate su temi specifici e workshop pomeridiani di carattere progettuale. Tra i vostri compagni di Summer School potrete trovare un mix di “studenti” dai background diversi, uniti dalla comune passione e propensione per l’innovazione e il cambiamento, provenienti da istituzioni, amministrazioni locali, fondazioni, start-up, accademia e centri di ricerca, società di comunicazione e testate giornalistiche.

I docenti invitati hanno un profilo internazionale di alto livello, appartengono ai mondi della politica, delle istituzioni, oppure hanno esperienze di governo e insegnamento. Tra i workshop in programma, ospiteremo YouTrend/Quorum e i suoi ElectionDays™ e la “data school” ad opera di A Scuola di Open Coesione.

Come partecipare?

Le candidature sono aperte da martedì 7 fino alla mezzanotte di domenica 26 luglio 2015.

Come gli anni passati, il numero di posti per gli “studenti” è fissato in 30.

Le domande di partecipazione sono raccolte attraverso questo formulario: http://bit.ly/FormSS15.

Qui il formulario in inglese.

Nel form vi chiederemo di presentarvi attraverso una breve bio, di raccontare un’esperienza o un progetto che vi sta particolarmente a cuore, di descrivere quello di cui vi state occupando in questo momento (o in cui vi siete impegnati particolarmente negli ultimi 6 mesi); di dirci come pensate che la scuola possa esservi utile e come vi vedete tra 5 anni. A ciascuna di queste domande si potrà rispondere con un breve testo (massimo 500 caratteri spazi inclusi). Se ne avete voglia, al termine del formulario potrete inviarci un video di un paio di minuti in cui ci raccontate qualcosa in più di voi.

Per coprire parte dei costi della Summer School vi chiediamo un contributo spese di 300 euro, comprensivi di alloggio e pranzi. Le cene sono a carico dei partecipanti.

Vi daremo indicazioni sul modo più efficiente per arrivare a Matera – una città che offre uno spettacolo mozzafiato.

Tutte le candidature saranno lette e valutate dal comitato scientifico della scuola, composto da soci RENA, tenendo conto in particolare delle risposte date alle domande aperte del formulario di candidatura. Vi daremo risposta entro una settimana dalla chiusura delle candidature.

Per ogni informazione potete scrivere all’indirizzo summerschool@progetto-rena.it.

Requisiti di accesso

Non vi sono limiti d’età né requisiti minimi in termini di titoli di studio. È però richiesta la conoscenza della lingua inglese.

Aspiriamo a far incontrare persone con profili disciplinari diversi, ma motivate a mettere a sistema competenze ed abilità complementari. Puntiamo a far lavorare insieme economisti e blogger, filosofi ed imprenditori, ingegneri e sociologi, programmatori informatici e architetti.

Obiettivi

Giunta alla sua quinta edizione, la RENA Summer School continua ad affrontare il tradizionale tema della cittadinanza responsabile e del buon governo, elevandolo alle sfide del nostro tempo lungo cinque direttrici fondamentali: policy, politics, engagement, markets, bodies. Il filo conduttore è la trasformazione del ruolo degli intermediari, considerata sotto diversi punti di vista: dalla costruzione delle politiche pubbliche all’azione politica, dal mercato all’azione collettiva e dei corpi intermedi.

Saranno trenta gli “studenti” selezionati, a cui potranno aggiungersi alcuni uditori.
Le giornate sono costruite in modo da favorire la contestualizzazione e la comprensione del cambiamento, l’obiettivo è sviluppare una cassetta degli attrezzi che consenta di innestare in un processo sistemico l’innovazione episodica. Come nelle scorse edizioni, la Summer School affronta in modo trasversale i temi che investono a vario titolo gli attori del cambiamento, superando la tradizionale suddivisione tra soggetti attivi e passivi di politiche pubbliche e dinamiche sociali e di mercato.

Oltre all’obiettivo di studio e riflessione, la settimana della Summer School è occasione anche per intercettare e aggregare esperienze e contributi che si collochino nella curva ascendente dell’innovazione. Non basterà “portare in scena” le più importanti esperienze consolidate, ma occorerrà principalmente mettere in atto uno sforzo di scouting di nuovi temi e soluzioni da sperimentare.

RENA lancia una sfida ambiziosa, puntando a capitalizzare il suo valore naturale, fondato sulla peculiare capacità di mettere in rete classe dirigente, società civile attiva e attori impegnati a “spingere in avanti” la frontiera del mercato e dell’organizzazione sociale. 

Modalità e svolgimento delle lezioni

Le giornate alterneranno lezioni frontali e momenti interattivi. I docenti e gli studenti saranno incoraggiati a scambiarsi domande, punti di vista ed esperienze. Saranno inoltre previsti alcuni momenti strutturati di scambio fra gli studenti per condividere progetti e competenze e favorire la costruzione di reti e relazioni a supporto dei progetti dei partecipanti più coerenti con la mission di RENA.

La scuola è organizzata grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo.

Temi

L’edizione 2015 della Summer School 2015 continua ad offrire spunti di riflessione attinenti le dinamiche con cui si individuano, si gestiscono e si risponde a obiettivi e necessità sociali, nonchè analizza le strutture – intese in senso lato – e gli strumenti da esse utilizzati per governare tali dinamiche.

Ogni giornata della Summer School offre spunti e chiavi di lettura lungo cinque direttrici fondamentali: policy, politics, engagement, markets, bodies (and the self).

La giornata di apertura è dedicata alla policy, calata nel contesto di amministrazioni o istituzioni, e si concentra sul metodo e sul fondamento informativo per la costruzione di politiche pubbliche, l’individuazione di soluzioni innovative attraverso la cooperazione con interlocutori esterni all’amministrazione e l’uso di modelli di valutazione dell’impatto delle politiche, anche collegate a fonti di finanziamento alternative o integrative rispetto alle risorse pubbliche.

La seconda giornata è consacrata a politics ed offre un approfondimento delle dinamiche di costruzione dell’identità politica, alla capacità di individuazione e rappresentazione dei bisogni sociali e della resilienza delle risposte rappresentate. Offre inoltre uno spaccato sulle tecniche di comunicazione e valutazione dell’operato politico.

La terza giornata si focalizza sulle dinamiche dell’ingaggio pubblico, inquadrandone tra l’altro motivazioni e confini. Si analizzano strumenti ed esperienze di format di ingaggio pubblico, attraverso alcune chiavi di lettura: il rapporto tra advocacy, attenzione e partecipazione, il rapporto tra informazione e coinvolgimento e le civic technologies come “settore produttivo” in crescita.

La quarta giornata affronta i temi del mercato sotto due principali aspetti: offre da una parte un’analisi delle sfide regolatorie, considerando anche le questioni delle nuove tipologie di ingaggio lavorativo e di produzione di beni e servizi e fornendo una prospettiva sul ruolo degli individui rispetto al miglioramento del benessere comune (common innovation); e dall’altra affronta la sua evoluzione verso la creazione, produzione, distribuzione e consumo condivisi di beni e servizi.

La quinta giornata offre spunti relativi agli organismi e ai corpi intermedi, a come cambia il loro ruolo di intermediazione, come questi si aggreghino secondo strutture sempre più fluide e a come i soggetti che si relazionino ad essi possano trovare collocazione o relazione.

 

Docenti

Antonio Aloisi

PhD student in Business and Social Law (“Diritto dell’impresa”), mi occupo principalmente di diritto del lavoro e delle relazioni industriali. Laurea in giurisprudenza con tesi sul caso FIAT e sulla contrattazione decentrata. Da marzo 2014 nell’ufficio di Gabinetto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (al lavoro su molti fronti, soprattutto su La Buona Scuola). Ho fatto rappresentanza studentesca dal liceo, sono stato consigliere d’amministrazione della mia università, eletto dagli studenti col sostegno del gruppo indipendente B.lab. Oggi sono nel del direttivo dell’associazione RENA, il movimento che mobilità le comunità del cambiamento in Italia. Sono membro della Consulta delle Università e delle Accademie del Comune di Milano. Nel 2013 stage nel dipartimento EPB dello studio legale Freshfields, a Milano. Nel 2012 internship a Philadelphia presso lo studio legale Sigman & Zimolong. Per due estati ho lavorato nell’ufficio stampa della rassegna Cortina InConTra. Avevo un blog, ho scritto su Linkiesta.it e fatto il bagnino.
Twitter: @_Aloisi

Dino Amenduni

Classe 1984, è il responsabile nuovi media e consulente per la comunicazione politica di Proforma, agenzia di comunicazione di Bari. Da gennaio 2013 collabora con le testate locali del Gruppo Espresso, per cui scrive articoli di analisi sulla politica (e la comunicazione politica) nazionale, e da febbraio 2014 collabora con Repubblica – Bari. Insegna comunicazione politica (sempre di più) e social media marketing (sempre di meno) in giro per l’Italia. Collabora anche con altre testate online, in particolare con Valigia Blu. Con Proforma, ha inoltre partecipato (tra le altre) alle campagne elettorali di Michele Emiliano (Bari – 2009), Nichi Vendola (Regione Puglia – 2010) Debora Serracchiani (Friuli Venezia Giulia – 2013), Matteo Renzi (Primarie PD Nazionale 2013), PD Nazionale (elezioni europee 2014), Cecile Kyenge (europee 2014) e Antonio Decaro (Bari – 2014). Fa parte dello staff del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia. Nel tempo libero cura anche un blog personale con cui (prevalentemente) raccoglie citazioni e un blog musicale. È il vicecapitano, e pagellista titolare, della sua squadra di calcetto di periferia.
Twitter: @doonie

Mario Calderini

Mario Calderini, laureato in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Torino, ha ottenuto il PhD in Economics presso la University of Manchester. E’ Professore Ordinario al Politecnico di Milano presso il Dipartimento di Ingegneria Gestionale dove insegna Economia e Organizzazione Aziendale e Sistemi di Controllo di Gestione. È vice-direttore dell’Alta Scuola Politecnica. È Honorary Research Fellow presso la University of Manchester. Insegna Management dell’Innovazione presso la Luiss Business School ed è stato Visiting Professor alla Tongji University di Shanghai. È il consigliere del Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, con delega alle politiche di ricerca e innovazione. Durante il governo del Presidente Monti è stato consulente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di strumenti finanziari per l’innovazione. Recentemente è stato membro e delegato italiano della Task Force del G8 per la Social Impact Finance, partecipando, insieme alla Fondazione Human e all’Universitità di Roma La Sapienza, alla stesura del Rapporto italiano “La finanza che include. Gli investimenti ad impatto sociale per una nuova economia”. È titolare del corso Social Innovation all’interno della Laurea Magistrale in Management Engineering.
Twitter: @mariocalderini

Chiara Ciociola 

Community Manager di A Scuola di Open Coesione. Web editor e redattrice di Neural Magazine rivista di cultura digitale, attivismo e nuovi media. Ha partecipato alla sua ideazione e collabora attivamente con la redazione nazionale di Monithon, piattaforma di monitoraggio civico basata sugli open data pubblicati sul portale OpenCoesione. Da Giugno 2013 è co-fondatrice di akuBari, associazione di promozione sociale per lo sviluppo urbano e la partecipazione attraverso le nuove tecnologie e gli open data. Da Community manager ha seguito A Scuola di OpenCoesione dalla sua prima sperimentazione, affiancando le classi delle scuole pilota partecipanti per l’anno scolastico 2013-2014.
Twitter: @chiaracio

Roberto Covolo

Detto “Rombi”. Sociologo di formazione, cuoco per passione. Dal 2007 al 2011 ha lavorato per Bollenti Spiriti il programma della Regione Puglia per le politiche giovanili. Dal 2012 coordina le attività di ExFadda e vuole trasformarlo nello spazio culturale e sociale più bello della Puglia. Dal 2014 coordinatore della Scuola di Bollenti Spiriti, ideata per formare nuove figure professionali dedicate all’attivazione di progetti di sviluppo locale e di animazione di comunità attraverso il coinvolgimento dei giovani pugliesi.
Twitter: @RobertoCovolo

Alessandro D’Annibale

Appassionato di comunicazione, gli piace raccontare le storie che sono dietro alle aziende e ai brand più autentici. È Media Communication Strategist di Garage, startup incubata dal Novembre 2011 all’interno di H-Farm Ventures. Giornalista attivo nel campo della moda, ufficio stampa per marchi emergenti e caporedattore della rivista Mug.
Ha curato numerose esposizioni di carattere artistico (Giovanni Gastel, Alain Arias-Misson, Magis, Cracking Art Group, Yoko Ono, ecc.) e commerciale (John “Crash” Matos for Tumi, Premiata, Tretorn, Polo Ralph Lauren, ecc.).
È membro del Consiglio Direttivo del “Consorzio Per Mio Figlio”, onlus nata, oltre 10 anni fa, allo scopo di umanizzare le cure dei bambini ospedalizzati negli ospedali della Provincia di Treviso.
Twitter: @aledannibale

Annibale D’Elia

Si occupa da oltre dieci anni di strategie di rete per reinventare le politiche pubbliche al sud Italia. Dopo aver lasciato la carriera musicale, ha studiato all’Università di Bari e di Firenze, e ha cofondato una cooperativa premiata nel 2000 come migliore giovane impresa d’Italia. Dal 2007 lavora a Bollenti Spiriti, il programma della Regione Puglia per i giovani. È stato chiamato nella task force del Mise sulle startup innovative e nel comitato di indirizzo del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca. Dirigente dell’ufficio Politiche Giovanili e Legalità della Regione Puglia.

Marco De Ponte

Marco De Ponte è segretario generale di ActionAid dal 2001 e fino al 2010 ne è stato direttore internazionale per la Regione Europa. Laureato in Relazioni Internazionali presso l’Università di Padova, ha conseguito un master in Diritti Umani all’Università di Londra. In seguito ha collaborato con atenei italiani per la Fondazione Europea per i Diritti Umani (a Bruxelles), valutando progetti di Organizzazioni Non Governative. Nel 1999, per conto di Intersos, è stato general human rights coordinator & Albania desk durante la ricostruzione bellica. Impegnato con Amnesty International a livello nazionale e internazionale, per sei anni è stato vicepresidenti di AI Italia, sedendo per otto anni nel consiglio direttivo nazionale, e lavorando per due anni come promotore per l’Etiopia al segretariato internazionale dell’organizzazione (a Londra).
Twitter: @MarcoDePonte

Mattia Diletti

Ricercatore in Scienza politica, ha lavorato all’Università di Teramo ed è stato Visiting Scholar della Georgetown University (Washington DC, Stati Uniti). I suoi interessi di ricerca riguardano il sistema politico americano, il rapporto tra intellettuali, esperti e politica, l’evoluzione delle culture politiche, le élite politiche.
Recentemente, è stato coordinatore della Ricerca di DIpartimento “I think tank in Italia” (ricerca svolta grazie al sostegno di Vodafone Italia). È membro della Sisp (Società Italiana di Scienza Politica), del GeopEC (Osservatorio Geopolitico sulle Elite Contemporanee) e del Cemas (Centro di ricerca Cooperazione con l’Eurasia, il Mediterraneo e l’Africa sub.sahariana della “Sapienza”).
Fa parte del Comitato Scientifico del Cispea (Centro interuniversitario di Storia e Politica Euroatlantica), è membro del Comitato Scientifico della collana editoriali “Sconfinando” (Guerini e Associati, Milano) e del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in Comunicazione, Ricerca, Innovazione.
Twitter: @mattiadiletti

Alessandro Fusacchia

Capo di Gabinetto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini. Prima di ricoprire questo incarico, è stato Consigliere per la diplomazia economica del Ministro degli Affari Esteri Emma Bonino. Fino ad aprile 2013, è stato Consigliere per gli affari europei, i giovani, e l’innovazione del Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, per il quale ha ideato e coordinato il lavoro della task force che ha prodotto il Rapporto Restart, Italia!, alla base della prima legge italiana sulle startup innovative.
Ha lavorato per quasi due anni a Bruxelles, presso il Consiglio dei Ministri dell’Unione europea, assistendo i ministri delle Finanze ungherese, polacco e danese – nel loro ruolo di presidenti dell’ECOFIN – negli incontri ministeriali del G20.
Prima ancora aveva lavorato a Roma presso l’Ufficio G8 della Presidenza del Consiglio dei Ministri (2008-2009) e come ghost-writer del Ministro del Commercio Internazionale e per gli Affari Europei Emma Bonino (2007-2008); a Ginevra presso l’Organizzazione Mondiale del Commercio-WTO (2005); a Bruxelles nel Gabinetto del Presidente della Commissione europea Romano Prodi (2004).
Per cinque anni, dalla sua fondazione all’inizio del 2012, è stato presidente di RENA (Rete per l’Eccellenza Nazionale).
Twitter: @FusacchiA

Diego Galli

Lavora a Radio Radicale dal 2003, dove è responsabile del sito internet. Si è occupato anche di campagne politiche, giornalismo partecipativo, teatro sociale e strumenti di democrazia diretta. Ha lavorato come community organizer per Common Ground, l’affiliata a Milwaukee dell’Industrial Areas Foundation. Al momento si dedica al progetto di portare qui in Italia questo metodo di cittadinanza a rivitalizzazione delle comunità testato nel corso di 75 anni, in oltre 100 città e 5 diversi Paesi del mondo. Il suo sito è www.communityorganizing.it da dove può essere contattato.

Francesco Galtieri

37 anni ed è cresciuto a Matera. Attualmente è a capo della Sezione per le attività di Consolidamento della pace, presso United Nations Volunteers in Bonn. Nel 2014 ha coordinato l’invio di 500 volontari come personale specializzato delle Nazioni Unite nella risposta alla crisi d’Ebola in Africa occidentale. Selezionato nel Leadership Development Programme (LEAD) del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP), ha ricoperto la carica di coordinatore dei consiglieri in materia di riforma dei programmi di sviluppo e aiuti umanitari delle Nazioni Unite per l’Africa (2008-2010) ed è stato responsabile delle operazioni e programmi di sviluppo e consolidamento della pace di United Nations Volunteers, in Sudan, Sud Sudan, Chad, Burundi e Repubblica Centrafricana (2010-2012).
Twitter: @f_galtieri

Paolo Gerbaudo

Sociologo culturale e politico, docente universitario in società e culture digitali al King’s College London. Precedentemente è stato professore associato in giornalismo e comunicazione presso il Media Departement della Middlesex Universiity e professore aggiunto di Sociologia presso l’American University de Il Cairo. È autore di Tweets and the Streets, libro su social media e attivismo, pubblicato da Pluto Press nel 2012.
Twitter: @paologerbaudo

Nicola Ghirardi

Civic Hacker nel tempo libero, appassionato di Open Data e Data Journalism, di cui scrive sul suo blog.
Volontario in coderdojo, movimento senza scopo di lucro che si occupa di istituire dei club e organizzare incontri gratuiti per insegnare ai giovani a programmare.
Tecnologo nel settore education, lavoro per CINECA, consorzio di università, nel dipartimento servizi innovativi.
Twitter: @ghirardinicola

Christian Iaione 

Christian Iaione è professore associato di diritto pubblico, direttore scientifico di Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà, coordinatore di Labgov – Laboratorio per la governance dei beni comuni. Laurea in Giurisprudenza alla Luiss, master in Government Economic Regulation presso la New York University e dottorato di ricerca in Amministrazione Pubblica Europea e Comparata presso la Facoltà di Economia della Sapienza. Ha insegnato Comunicazione istituzionale per la LUISS Guido Carli, Federalism and multilevel governance per la Sapienza e Diritto pubblico per UniCusano. Oggi insegna diritto pubblico per l’Università degli Studi Guglielmo Marconi e Governance dei beni comuni per la LUISS Guido Carli. Ha pubblicato diversi articoli nel campo del diritto pubblico e amministrativo ed è autore di due monografie: “Le società in house. Contributo al principio di auto-organizzazione e auto-produzione degli enti locali” (Jovene, 2007) e “La regolazione del trasporto pubblico locale. Bus e taxi alla fermata delle liberalizzazioni” (Jovene, 2008). Ha curato con Gregorio Arena il volume “L’Italia dei beni comuni” (Carocci, 2012).
Twitter: @chrisiaio

Damien Lanfrey

Laureato in Economia all’Università degli Studi di Parma, ha conseguito il dottorato alla City University in Sociologia dei Media, con una ricerca sui processi, configurazioni e pratiche di azioni collettive nate sui Social Web. Successivamente si occupa di new media e sociologia delle organizzazioni. Dal 2012 è collaboratore del Consigliere del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sui temi dell’E-Government, public engagement, politiche dell’innovazione e smart cities. È membro dell’Internet Politics ECPR Standing Group e dell’Oxford Internet Institute Doctoral Programme Alumni Group. Twitter: @damienlanfrey

Francesco Luccisano

Capo della segreteria tecnica del Miur. Dal 2013 al 2014 è stato membro della Segreteria Particolare del Ministro Emma Bonino, responsabile dei dossier di diplomazia economica e dell’attrazione di investimenti esteri. Membro della Task Force intergovernativa che ha condotto il progetto Destinazione Italia, l’iniziativa bandiera del Governo per l’attrattività del Sistema Paese. Dal 2008 al 2009 è stato membro del Team di coordinamento dell’ufficio, una policy unit di esperti creata per la gestione della Presidenza Italiana del G8. Si è occupato del coordinamento dei dossier di politica estera, economia, cambiamento climatico. Fino al 2014 è stato presidente di RENA.
Twitter: @FLuccisano

Federico Mento

Dottore di ricerca in scienze etnoantropologiche, si occupa di studi urbani. Federico è esperto di relazioni istituzionali, ha lavorato nel settore della progettazione europea e al Ministero delle Politiche Giovanili. È stato docente a contratto di Antropologia dell’Ambiente all’Università di Siena. Attualmente, insegna Antropologia Culturale presso il Corso di Laurea in Cooperazione e sviluppo alla Sapienza. Federico parla italiano, inglese, spagnolo e portoghese. È nello staff di Human Foundation.
Twitter: @fed_mento

GIovanni Moro

Nato a Roma nel 1958. È sposato e ha due figli. Laurea in filosofia teoretica conseguita all’Università La Sapienza di Roma nel 1981 con una tesi su “Il concetto di concetto. Una definizione in chiave di epistemologia delle scienze sociali”.  Tra il 1982 e il 1992 ha svolto studi e ricerche in epistemologia delle scienze sociali e in sociologia politica presso il Cerfe di Roma.
Ha come principali campi di ricerca teorica ed empirica i fenomeni contemporanei connessi alla cittadinanza e in particolare l’attivismo civico, la governance delle politiche pubbliche e la cittadinanza d’impresa.
È presidente di FONDACA, la Fondazione per la cittadinanza attiva, un ente costituito alla fine del 2001 che si ispira alla esperienza e alla ricerca del movimento Cittadinanzattiva e che svolge funzioni di ricerca, formazione avanzata, dialogo culturale e consulenza sulle nuove forme di cittadinanza nelle società contemporanee.
Insegna Sociologia dei fenomeni politici alla Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Macerata.

Maurizio Napolitano

Da piccolo aveva due passioni: l’informatica e la pallavolo. Poi all’università ha studiato sociologia a Trento. Tuttavia, le sue due passioni non lo hanno abbandonato e oggi sono diventate due mestieri: l’allenatore di pallavolo professionista (serie A austriaca) e il ricercatore in informatica.
È ricercatore presso la Fondazione Bruno Kessler di Trento, dove si occupa di software libero e open source, beni digitali, open data, reti sociali, cartografia, OpenStreetMap. È stato scelto da Open Knowledge Foundation come suo portavoce in Italia, Italian Linux Society come presidente.
Twitter: @napo

Bertram Niessen

Ricercatore e artista elettronico. Come docente, autore e progettista si occupa di uno spettro ampio di argomenti: spazi urbani, economia della cultura, DIY 2.0 e manifattura distribuita, culture della rete e della collaborazione, innovazione dal basso. Al cuore di tutto c’è un forte interesse per l’intersezione tra cultura, tecnologia e società, e la convinzione che ci sia il bisogno di nuove forme di azione sociale e politica. Dal 2012 è tra gli ideatori e il project manager di cheFare, premio da 100.000 euro per progetti di innovazione culturale promosso da doppiozero. Come sociologo, dal 2003 insegna in corsi graduate e post-graduate un ampio spettro di materie, dalla metodologia della ricerca alla sociologia della cultura, passando per la sociologia urbana e le nuove tecnologie per la ricerca sociale. Nel 2009-2010 è stato ricercatore post-doc all’Università di Milano, lavorando sui progetti della Comunità Europea EDUFASHION e Openwear (economie P2P, crowdsourcing, moda e design). Ha svolto un PhD in Urban European Studies all’Università di Miano-Bicocca, investigando le relazioni tra città, economia della creatività e processi d’innovazione sociale. Nel 2001 è stato membro fondatore del collettivo sperimentale di arte elettronica otolab, con il quale indaga la rappresentazione drammaturgica del suono e insegna Performance Audiovisiva alla NABA di Milano e in vari altri luoghi). Collabora con doppiozero, il Center for Digital Ethnography, la Foundation for P2P Alternatives e Digicult. Scrive spesso, dove capita.
Twitter: @bertramniessen

Lorenzo Pregliasco

Lorenzo Pregliasco, laureato in Linguistica all’Università di Torino, è direttore e co-fondatore di YouTrend e della startup di ricerche Quorum. Per YouTrend ha coordinato progetti di data journalism come la realizzazione della prima mappa interattiva delle elezioni italiane. Ha scritto per Aspenia e La Stampa e collaborato con la Rai. Dal 2008 al 2011 ha lavorato per Termometro Politico, che ha contribuito a fondare.
Ha scritto Il crollo (Editori Riuniti, 2013).
Twitter: @lorepregliasco

Leonardo Previ

Milanese, studi classici e buone visioni. Si è laureato in architettura nel 1990 e ha svolto per 6 anni attività di ricerca e attività didattica, scrivendo di città, cinema e teoretica, pubblicando il libro “Il senso dell’architettura ovvero l’evoluzione del sapere occidentale”. Nel 1996 ha fondato trivioquadrivio, di cui è oggi Presidente. Ha diretto per due anni l’area web della società di consulenza organizzativa Methodos spa, dove ha anche maturato una significativa esperienza di formatore aziendale nel campo della comunicazione e della organizzazione d’impresa. È papà di Orlando e di Lorenzo, docente di Storia Economica della Cultura all’Università Cattolica di Milano e co-coordinator member della cell italiana della Company of Friends. È Certificate Facilitator di Lego Serious Play™ dal Novembre 2003.
Twitter: @Archivioleo

Luigi Proserpio

Docente di management all’università Bocconi e coordina BETA, il luogo dell’università dove si costruiscono metodi didattici diversi dai soliti, per interagire con le nuove generazioni di studenti. Prova a stimolare l’imprenditorialità degli studenti simulando la nascita di Internet startup. Cerca di trasformarle in vere imprese, con l’aiuto di una rete di professionisti.
Twitter: @luigiproserpio

Antonio Puglisi

Nel team di Working Capital Bologna, si occupa di culture digitali. Docente all’università di Bologna, CEO di Digital Paths LTd, organizzatore del RoBot festival. Disc Jockey da più di 15 anni.
Twitter: @digitalpaths

Giuseppe Ragusa

Assistant Professor alla LUISS Guido Carli Roma. Dopo laurea e master in Economia Politica all’Università Bocconi, ha conseguito il PhD in Economics presso la University of California, San Diego. Le sue principali aree di ricerca sono l’econometria teorica, macroeconomia applicata ed economia del lavoro.
Twitter: @giuragusa

Federico Ravaldi
Nato a San Giovanni in Persiceto (BO), ha ottenuto la Laurea in Ingegneria Informativa all’Università di Bologna, discutendo la tesi dal titolo: “Metodologie di progettazione per sistemi di Data Warehouse” ed è scritto all’Ordine degli Ingegneri di Bologna. Dal 2001 è Socio Fondatore, Amministratore Delegato (CEO) e Direttore R&D di ICONSULTING, società che si occupa esclusivamente di progettazione e sviluppo di sistemi di Data Warehouse, Business Intelligence e Big Data Analytics. Dal 1999 al 2001 ha svolto prima la tesi e poi lavorato presso il consorzio interuniversitario CINECA (Laboratorio di Data Warehouse) occupandosi di ricerca nell’ambito delle Metodologie di progettazione di sistemi di Business Intelligence e benchmarking tecnologico.
È co-autore degli Osservatori Nomisma sulla Business Intelligence 2010, 2011 e 2013 e autore dei Corsi IPSOA nell’ambito della Pianificazione e Controllo Strategico e Business Intelligence.
È dal 2012 direttore didattico e docente del corso Business Intelligence & Performance Management di ALMA Graduate School (Università di Bologna).
In questi ultimi anni si è occupato del design di progetti ad alta innovazione per il Ministero dell’Interno (Crime Analysis), Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Location Intelligence & Social BI), Vodafone (Geo-Data Warehouse per l’Analisi del potenziale del Territorio), SISAL (Indoor & Floor analysis), Regione E-R (Spatial Analytics in ambito Sanitario e Monitoraggio Viabilità).
Twitter: @federicoravaldi

Ruth Hanau Santini

Ricercatrice all’Università Orientale dal dicembre 2012, dove insegna il corso di Scienza Politica e Relazioni Internazionali. Laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche all’Università di Bologna nel settembre 2001, con una tesi di laurea su “Le politiche di pace israeliane degli anni Novanta”, ha conseguito un Master in Near and Middle Eastern Studies alla Scuola di Studi Orientali e Africani di Londra. Nel 2008 ha terminato il Dottorato all’Università Federico II di Napoli su: “Percezioni della minaccia ed evoluzione della PESC dall’11 settembre”.
Ha partecipato a diversi progetti di ricerca europei, del Sesto e Settimo Programma Quadro (Garnet; EU-GRASP) sul ruolo globale della UE e sue percezioni presso paesi della regione MENA e sulle contraddizioni tra promozione e assistenza democratica e perseguimento di interessi legati alla sicurezza.
Da Febbraio 2013, coordina un progetto di ricerca internazionale, EUSPRING: “Democracy and Citizenship rights in North Africa since the Arab Awakening: challenges for EU and US foreign policies”, finanziato dalla Compagnia di San Paolo, sulle Transizioni politiche in Nord Africa e loro implicazioni per le politiche europea ed americana.
Nel Maggio 2015 è risultata vincitrice del bando SIR (Scientific Independence of Young Researchers) del MIUR con il progetto STREETPOL: “From Tunisia to Ukraine: post-revolutionary participatory challenges”.
Twitter: @ruthsantini

Daniela Selloni

Service designer e ricercatrice, ha conseguito un Dottorato di Ricerca al Politecnico di Milano su design dei servizi e innovazione sociale, con un focus sui servizi collaborativi. La sua ricerca applicata ha portato alla sperimentazione di Cittadini Creativi, un formato inedito di agenzia di service design per la città, dalla quale sono nati alcuni servizi co-progettati e co-prodotti insieme ai cittadini di un quartiere di Milano.
Insegna alla Scuola di Design del Politecnico di Milano, nella Laurea Magistrale Product Service System Design, al “Master Progettare Cultura” dell’Università Cattolica e al “Master in Design Strategico” di POLI.Design. Svolge inoltre attività di consulenza presso aziende pubbliche e private, nonché attività di mentorship per incubazioni di start up, esplorando in particolare la relazione tra design dei servizi e sharing economy.
È membro di POLIMI DESIS Lab, parte del network internazionale DESIS – Design for Social Innovation and Sustainability. È infine autrice del blog Microsuper, una raccolta di casi e riflessioni su design dei servizi e innovazione sociale.
Twitter: @danielaselloni

Guido Smorto

Docente di Diritto privato comparato e Analisi economica del diritto all’Università di Palermo. In qualità di “International Visiting Professor” ha insegnato negli Stati Uniti (Fordham University School of Law – New York) e in Giappone (Nagoya University Graduate School of Law), ed è stato “Professore Visitante” in Brasile (Università Oeste de Santa Catarina). È autore di monografie e di articoli in italiano, inglese, francese e portoghese.

Giorgio Spedicato

Ricercatore in Diritto commerciale, nonché Professore a contratto di Diritto della proprietà intellettuale e di Diritto industriale nella Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Bologna (campus di Ravenna) e di Diritto e proprietà intellettuale nella Scuola di Lettere e Beni culturali del medesimo Ateneo. Ha conseguito nel mese di dicembre 2014 l’abilitazione scientifica nazionale per il ruolo di professore associato nel S.S.D. IUS/04 – Diritto commerciale.
Svolge o ha svolto, inoltre, attività didattica nell’ambito di diversi programmi post lauream dell’Università di Bologna (Joint International Doctoral Degree in Law, Science and Technology; Dottorato di ricerca in Diritto e Nuove Tecnologie, Master universitario per Giuristi, consulenti e professionisti d’impresa, Master in Diritto delle nuove tecnologie e informatica giuridica) e dell’Alma Graduate School (Master in Gestione della Proprietà Intellettuale).
È membro del Tavolo Tecnico “Libri Digitali” costituito nel mese di novembre 2014 presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca al fine di implementare la legislazione nazionale avente ad oggetto la creazione di materiali didattici digitali e la relativa piattaforma software di fruizione.
Si è laureato con lode in Giurisprudenza nell’Università di Bari e ha conseguito un Master e un Dottorato di ricerca in Diritto delle nuove tecnologie presso l’Università di Bologna. Ha inoltre studiato International Copyright Law presso la Universiteit van Amsterdam (Olanda) ed è stato Visiting Research Scholar presso la Benjamin N. Cardozo School of Law di New York (U.S.A.) e Visiting Researcher presso il Max Planck Institute for Innovation and Competition di Monaco di Baviera (Germania).
È autore di due monografie e oltre 30 contributi scientifici in materia di proprietà intellettuale e nuove tecnologie. Da settembre 2012 è inoltre responsabile per l’Italia del Kluwer Copyright Blog.
Ha preso parte in qualità di relatore ad oltre 50 convegni, seminari e workshop in Italia e all’estero.
Dal 2008 è membro dell’ATRIP (International Association for the Advancement of Teaching and Research in Intellectual Property).
Twitter: @GSpedicato

Sara Tonelli

Da maggio 2013 è capo del Digital Humanities presso la Fondazione Bruno Kessler. Dal 1996 al 2000 ha frequentato la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere all’università di Bergamo, dove ha ottenuto il master in Filologia e Linguistica Germanica. Durante quegli anni, ha trascorso 9 mesi alla Facoltà di Scienze Sociali della Karlsruhe University, partecipanto al programma di scambio di studenti Socrates-Erasmus.
Dal 2000 al 2002 ha frequentato un corso di post-laurea (Aufbaustudium) in Linguistica Computazionale al Centrum fuer Informations- und Sprachverarbeitung, Ludwig-Maximilians-Universitaet, Munich, Germany. Ha inoltre lavorato part-time al Sails Labs Munich.
Dal 2003 al 2006 ha collaborato con il Computational Linguistics Lab dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove ha conseguito il Phd in “Language Sciences” at Università Ca’ Foscari.
Dal 2010 al 2013 ha ottenuto un post-doc alla Fondazione Bruno Kessler, dove ha lavorato ai progetti europei PescadoTerence.
Nel 2012 è stata docente a contratto di Linguistica Computazionale all’università di Trento.
Twitter: @sara_hit

Paolo Venturi

Direttore di AICCON, partecipa come esperto a numerosi progetti di sviluppo e ricerca sull’Economia Sociale ed è autore e curatore di pubblicazioni e articoli sul non profit. Esperto di fundrasing è co-fondatore di ASSIF (Associazione Italiana Fundraiser) e direttore di The Fund Raising School.
Membro del Comitato Scientifico della Fondazione Symbola e di CNV – Centro nazionale per il Volontariato.
Twitter: @paoloventuri100

Flavio Venturini

Nato a Roma nel 1963, laureato in Ingegneria Elettronica e specializzato in Sicurezza Industriale presso la Facoltà di Ingegneria de La Sapienza. Si è occupato di Business Intelligence e Performance Management sin dal 1988, lavorando su sistemi di supporto alle decisioni per la Marina e l’Aeronautica, nonchè come architetto del Financial Control System per Columbus dell’Agenzia Spaziale Europea. Dopo aver passato quasi quattro anni in Gran Bretagna, come architetto software di un grande progetto multinazionale per la Difesa, è entrato in Oracle nel 1998.
In Oracle ha guidato lo sviluppo di importanti progetti di Business Intelligence, primo tra tutti il Customer Profiling per Telecom Italia Mobile, per poi prendere la responsabilità della Practice di BI & Data Warehouse per l’Italia, rendendola un caso di successo nel panorama internazionale Oracle.
Nel 2006 è diventato responsabile vendite Consulting per il mercato EMEA di soluzioni BI & Data Warehouse e quindi, nel 2009 –a valle dell’acquisizione Hyperion- responsabile in Western Europe della Product Line Hyperion nella Consulting.
Da Novembre 2010 è responsabile vendite licenze Business Analytics per l’Italia.
Twitter: @flvventurini

Partecipanti

Laura Aglio – 1985, Rovigo. Economista, project manager e business developer tra pubblico e privato. Accompagna sia enti/associazioni in progetti di sviluppo locale e nella programmazione/scouting/progettazione su fondi pubblici e/o risorse private, sia imprese/startup verso nuovi business model anche internazionali. Interessata al digitale applicato a formazione e imprese.
Dopo un periodo di ricerca su sviluppo locale e finanza d’impresa, nel 2010 ha fondato con l’Università di Padova il Laboratorio di Diritto dell’Economia per l’innovazione sostenibile e l’internazionalizzazione d’impresa, per creare un “ponte” Università-Imprese-Istituzioni a partire dal territorio polesano. Crede nella co-progettazione. Ama organizzare e lavorare in team.
Twitter: @LauraAglio

Deboraha Alessandrini – 1980, Rieti. Ha studiato ingegneria robotica e automazione dei processi industiali all’università degli studi di Siena. Appassionata di politica e teatro, vuole contribuire a liberare l’essere umano dall’alienazione di lavori ripetitivi ed usuranti per dedicarsi alla sua creatività. Si interessa di ICT e progettazione europa. È project manager del progetto SPRINO nell’ ufficio fondi europei del comune di Rieti. Come presidente della commissione ‘Ingenio al femminile’ dell’Ordine degli Ingegneri guida un gruppo di ricerca che immagina e scrive un progetto su H2020.

Luca Alessi – 1982, Bergamo. Siciliano, emigrato a Milano per studio e per lavoro. Ingegnere delle telecomunicazioni, ama la tecnologia come aiuto e semplificazione della vita reale. Si è occupato di sviluppo software e testing, di project management, di assistenza clienti e di strategia e vendite. Dopo la laurea ha frequentato il MADEE, master in economia e imprenditoria digitale presso l’acceleratore d’impresa H-Farm e l’università Cà Foscari di Venezia. Ha lavorato come project manager presso LIFE, un’agenzia di interaction design.
Twitter: @glucale

Viviana Bassan – 1976, Milano. Laureata in Scienze Bancarie Finanziarie con indirizzo in economia degli intermediari finanziari all’Università Cattolica di Milano, lavora da dieci anni  per Fondazione Cariplo. Per la fondazione si occupa di housing sociale, impresa sociale, coesione sociale. In particolare: selezione progetti di sviluppo imprenditoriale di cooperative sociali; mappatura di progetti di housing su portale georeferenziato; selezione di progetti welfare di comunità per innovare sistemi territoriali di welfare. Attiva nel no-profit anche come volontaria. Ama lavorare in gruppo, imparare facendo, creare connessioni.

Andrea Biliotti – 1981, Siena. Post-doc a Siena, ha fatto ricerca sulla cooperazione sociale. Insegna organizzazione dei servizi sociali e si occupa di valutazione di politiche e interventi nel sociale allargato. È co-presidente di Cantiere17, un’associazione con l’obiettivo di dare un contributo culturale e sociale a Siena. L’idea è generare un progetto che possa favorire una rete associativa attraverso partecipazione e il protagonismo dei giovani. Le strade sono quelle che passano dalla solidarietà sociale, dal fare insieme, dalla valorizzazione delle diversità. L’associazione propone l’integrazione tra persone, culture, linguaggi e diamo voce a tutte quelle realtà che non trovano spazio nei circuiti mainstream.

Silvia Bona – 1976, Bareggio (Mi). Formatrice e consulente sul tema del lavoro, gestisce progetti in ambiti e su scale differenti per persone e organizzazioni sia nel privato profit e no profit, sia nel pubblico. È assessore alle politiche per il lavoro del comune di Bareggio (Mi). Come assessore si occupa di organizzazione e sviluppo del territorio. Nella sua cassetta degli attrezzi: studi filosofici, pensiero della complessità, metodi del counseling.

Gabriele Candela – 1991, Reggio Calabria. Laureato in ingegneria civile all’università degli studi di Reggio Calabria, attualmente frequenta il corso di dottorato in ingegneria presso l’Università Mediterranea. Durante il percorso accademico ha fondato l’associazione studentesca EuReCa (Engineering Union of Reggio Calabria) con lo scopo di favorire la crescita degli studenti nel contesto universitario e ho ricoperto il ruolo di rappresentante in Senato Accademico.

Giuseppe Cavallo – 1980, Taranto. PhD in Bioengineering e appassionato di tecnologia. È stato ricercatore universitario in ambito di riabilitazione motoria mediata da tecnologia e successivamente di project management. Ama l’elettronica e l’informatica, è fortemente attratto dal mondo dell’innovazione sociale e partecipata. Ha fatto diverse esperienze all’estero (student @Waseda University Tokyo, Fulbright BEST @Santa Clara University, CA) in ambito di robotica e di entrepreneurship. Lo scorso anno è stato promotore e coordinatore di un progetto Living Lab in regione Puglia chiamato ProDomoSud, in cui hanno co-progettato, con aziende del settore medicale, utenti finali (medici, infermieri, pazienti) e ricercatori un sistema di monitoraggio domiciliare delle condizioni di salute di pazienti cronici, monitoraggio in corsia di pazienti fragili e di valutazione funzionale in ambito riabilitativo attraverso sistemi ICT e sensori wireless indossabili.

Silvia Chillemi – 1988, Ariano nel Polesine. Laureata in Comunicazione pubblica e sociale, ha lavorato per due anni all’Urban Center del Comune di Ferrara occupandosi di progettazione urbanistica partecipata. Nel 2013 ha conseguito il master in Politiche Comunitarie ed Europrogettazione. Collabora con Unioncamere Veneto e il Consorzio di Bonifica Delta Po. Per Unioncamere Veneto si occupa di comunicazione, internazionalizzazione delle piccole-medie imprese e promozione del “made in Veneto”.

Gianmarco Cinelli – 1990, Napoli. Ha conseguito la laurea triennale in Economia Aziendale e Management e la laurea magistrale in Discipline Economiche e Sociali all’università Bocconi di Milano. Durante l’ultimo anno di studi ha partecipato al progetto politico “Luoghi Idea(li)” curandone l’analisi valutativa.

Sara D’Agati – 1985, Roma. Tornata in Italia lo scorso gennaio dall’Inghilterra, dove aver conseguito a Cambridge un PhD sul ruolo di Public e Cultural diplomacy americane nell’influenzare i processi politici Italiani, e aver lavorato a Londra come research analyst per l’Italia per l’Economist Intelligence Unit (Gruppo The Economist). Nel 2009 ho fondato l’Associazione Pubblici Cittadini, che aveva come scopo quello di portare in Italia esempi esteri di good practice. È stata presidente della Cambridge Italian society allo scopo creare e mantenere contatti tra il mondo della ricerca e innovazione Italiano e Inglese. Ha un blog personale (l’Utopista) e uno sull’Huffington Post sui quali parla di expats, diversità culturale e ibridazione. Per la facoltà di Scienze Politiche di Roma Tre tiene un corso di “Comunicazione Politica e strategica Americane”. Collabora con l’inserto Affari&Finanza di Repubblica.
Twitter: @sara_dagati

Andrea De Ferraris – 1976, Veglie (Le). Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento. Ha collaborato con la Scuola Holden di Torino, l’Università Ca’ Foscari di Venezia e l’Università del Salento come progettista multimediale e media specialist. Si occupa di e-learning, WebTV/Radio e s’interessa di fotografia giapponese e cinema. Nella provincia di Lecce è tra i fondatori di Bottega Civica, un comitato cittadino che ha voglia di dimostrare che vivere in un posto bello, che prendersi cura dei beni comuni, che creare un luogo che accolga idee, persone, può solo far del bene a tutti.

Daria Denti – 1977, Vignola. Sono Daria, da 38 anni italiana ed europea. Economista della crescita, crede che innovazione, ricerca, talento siano imprescindibili per il benessere delle comunità nel contrastare fenomeni come inquinamento, segmentazione sociale, corruzione. Ha studiato e lavorato in Italia, Inghilterra, Olanda, interagendo con soggetti pubblici e privati. Ora collabora con il World Food Forum, è impegnata per il presidio locale di Libera. È technical advisor per il World Food Forum. In particolare, si occupa delle parti di elaborazione e proposta dedicate ai modelli di cluster policy e alle tendenze emergenti nei modelli di business e innovation strategy relativamente al settore food.

Alessia Di Nucci – 1984, Roma.  Dopo un’esperienza lavorativa a Bruxelles durata più di tre anni come assistente nell’ufficio di un parlamentare, si occupa di lobby e public affairs. Segue inoltre le attività di un’associazione per i diritti umani in Medio Oriente, con la quale ha partecipato a due campi di volontariato. Ora vive a Roma per lavorare come account executive Public affairs. Segue le attività di due associazioni, collaborando alla stesura di un progetto per il programma Erasmus+ e supportandole nella promozione e costruzione di un network di contatti locali.

Tommaso Goisis – 1989, Milano. Laurea triennale in Psicologia, magistrale in Economia e Management della PA in Bocconi, con exchange a Singapore. È nello staff dell’assessora allo sport, tempo, libero, qualità della vita e verde del Comune di Milano. In particolare, segue le relazioni con soggetti esterni e disegno processi di policy con la struttura della Direzione Centrale. Da luglio 2014 coordina la riqualificazione dello skatepark di Gratosoglio, un difficile quartiere di Milano. Con gli skaters, hanno riprogettato la rampa e vinto due resistenze amministrative, destinando all’intervento le risorse previste per una nuova struttura, e stralciando l’area da un intervento regionale fermo dal 2005. Il cantiere è quasi finito: il ‘pratone’ di Gratosoglio diventerà spazio di aggregazione.

Roberta Guido – 1985, Sassari. Giurista urbanista, ha studiato diritto e lavorato a Strasburgo alla Corte dei Diritti Umani. Insieme alla carriera legale, ha seguito un sogno studiando Urbanistica. Questa esperienza l’ha portata a lavorare al Piano Paesaggistico della Sardegna, a piani urbanistici alla Regione, a progetti europei di sviluppo locale presso la Camera di commercio. Sta conducendo un PhD in Urbanistica sui movimenti urbani e sulle dinamiche che si innescano tra le istituzioni, i privati, i corpi intermedi, gli abitanti per il governo delle trasformazioni urbane.

Oliviero Iurcovich – 1993, Riano (Roma). Nato in Italia da genitori argentini, ha un forte interesse nello sviluppo innovativo a livello globale. A soli diciassette anni la sua natura indipendente lo ha spinto a trasferirsi da solo in UK, per fare gli A Levels. Da allora ha vissuto e studiato a Surrey e Hong Kong come studente di Business. Durante il terzo anno di Università ho fatto una Internship a Microsoft. Il suo ruolo consisteva nel condurre e organizzare diverse attività di Marketing nei cinque mercati che compongono il Settore Pubblico, gestendo il Public Sector Customer Reference Programme e pianificando e valutando eventi nel settore ed assistendo a un Business Development Plan per Azure con Microsoft Ventures (l’incubatore di start-ups).

Emanuele Lazzarini – 1987, Milano. Laureato in Economia delle Amministrazioni Pubbliche alla Bocconi, dal 2011 è consigliere comunale a Milano. Dal 2013 lavora per una società che si occupa di welfare aziendale e mobilità sostenibile. È stato responsabile per quattro anni di un progetto educativo delle Acli milanesi, rivolto ad adolescenti e incentrato sull’educazione tra pari. Ha contribuito al rinnovo del progetto educativo, alla progettazione della proposizione di valore e delle campagne di comunicazione, al business plan e alla rendicontazione degli impatti sociali, alla formazione del team di educatori. Come Consigliere Comunale ha seguito alcuni progetti legati al riutilizzo di spazi in disuso, alla riqualificazione urbana attraverso l’arte pubblica, a pratiche partecipative, ai trasporti, all’ambiente, al clima (es. PUMS, PAES). All’interno del circolo politico 02PD, si occupa di valutazione degli impatti dell’attività politica e di un nuovo progetto di community building fondato sulla costruzione di reti sociali attorno ad un rinnovato ruolo del circolo politico. Oltre che di politica e amministrazione pubblica si interessa di community building, innovazione sociale, comunicazione e graphic design, musica.

Tecla Livi – 1968, Torino. Architetto, lavora nel campo della rigenerazione urbana e della gestione di programmi complessi di sviluppo urbano con approccio integrato, partecipato e multidisciplinare. Ha esperienza più che decennale nel coordinamento di processi di coinvolgimento del territorio e di stakeholder engagement, organizzazione di percorsi partecipativi sul territorio e azioni di sviluppo locale. Le interessano i temi dell’imprenditorialità sociale e dell’innovazione sociale. Attualmente lavora per il PISU Urban Barriera di Milano a Torino e accompagna sul territorio la realizzazione di azioni di marketing territoriale e promozione del tessuto economico. Quest’anno ha frequentato un master in Social Entrepreneurship e ora sta elaborando un progetto di impresa sociale per la gestione condominiale nell’epoca dell’economia collaborativa. Da maggio infine lavora come Coordinatore Unità di Progetto Locale Area Nord-Ovest per l’Agenzia per l’Italia digitale.

Roberto Lucarella – 1988, Martina Franca (Ta). Laureato in giurisprudenza, ha pubblicato con Garzanti “Così giovane e già così moderato”, la storia di un giovane che si trova alle prese con la vita di partito. Attualmente lavora come Child rights expert per Save the Children Italia, all’interno di un progetto promosso dal Ministero dell’Interno. L’obiettivo delle attività è di fornire un supporto specialistico agli operatori delle strutture di accoglienza, attraverso un costante affiancamento per il rispetto di elevati standard di qualità; di predisporre linee guida, schede e modelli che saranno utilizzati dagli operatori a favore dei minori stranieri non accompagnati accolti. Nel 2013 ha contribuito all’ideazione e creazione del Promigrè, Festival delle migrazioni e delle genti. Attraverso spettacoli, tavole rotonde, proiezioni di film e giochi il festival ha provato a riunire cittadini, associazioni, accademici, politici e operatori per sfatare i luoghi comuni che spesso imperversano nel dibattito quotidiano sui temi dell’immigrazione. L’iniziativa ha avuto il merito di tenere vivo il dibattito in città e di continuare il percorso nel 2014 con alcune scuole bolognesi.

Luca Malservisi – 1984, Bologna. È project engineer per la realizzazione di impianti ad energia rinnovabile ed interventi di efficienza energetica nel Gruppo Maccaferri. Alla ricerca di soluzioni resilienti per la sostenibilità, studia da Designer in Permacultura. È facilitatore del gruppo Bologna Dentro Porta nella rete Transition Italia, socio della CSA Arvaia. È socio fondatore di Zoè Teatri.

David Montenegro – 1984, Catania. Industrial designer sulla carta ma predisposto alla pianificazione tout court. Project manager salvo rientrare a Catania per supportare la community di giovani imprenditori, si interessa di manifattura digitale. A Catania fa parte dell’Hackspace che si prefigge obiettivi di maggiore consapevolezza digitale e che si sostiene offrendo occasioni formative snelle e concrete. A febbraio ha iniziato la Fab Academy, il programma promosso dal Center for Bits and Atoms dell’MIT e dalla Fab Foundation per la formazione di fablab managers: un programma vario e intenso che ha portato a termine con un progetto per avere maggiore cura e consapevolezza del tempo a nostra disposizione in una giornata per evitare scompensi e sovraccarichi lavorativi nei quali a volte si ricade sacrificando altre attività necessarie ad uno stile di vita sano.

Stefania Paolazzi – 1990, Trento. Nata a Trento e cresciuta in un piccolo comune tra le campagne, dove ha sviluppato una passione per i territori e le loro storie. Laureata in Studi Internazionali all’Università di Trento, ha studiato e lavorato a Siviglia, Granada e Bruxelles, dove si è focalizzata sull’acquisizione degli strumenti di analisi e gestione delle relazioni che intercorrono tra dimensione locale e internazionale. Grazie ai viaggi ha imparato ad affiancare al proprio pragmatismo una giusta dose di leggerezza. Ha lavorato allo sviluppo dell’associazione Club Alpbach Trentino, inserita in un network che promuove la circolazione d’idee su temi di attualità tra giovani di tutta Europa grazie ad attività promosse sui territori e presso un forum annuale in Austria. Cura la partecipazione del Club al progetto “Futura Trento” ideato per il bando Meet Young Cities promosso da Anci.

Cristian Parolini – 1991, Bellusco (Monza Brianza). Laurea triennale in Economia e Management all’Università Bocconi. Da sempre interessato ai temi di pubblica amministrazione e politica, ha proseguito gli studi iscrivendosi alla specialistica in Management delle Pubbliche Amministrazioni e delle Istituzioni Internazionali, sempre presso la Bocconi. Partecipa da circa un anno all’associazione studentesca NextPA, attiva nella promozione della conoscenza del settore pubblico all’Università Bocconi.

Riccardo Pennetta – 1988, Lecce. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università Bocconi di Milano con una tesi in diritto amministrativo, svolge la pratica forense presso uno studio legale milanese di diritto amministrativo con riferimento agli appalti pubblici e consulenza alle P.A. In particolare, si occupa del fenomeno della corruzione. Ha iniziato a seguire le esperienze di partecipazione attiva di soggetti impegnati nella lotta per il cambiamento, via essenziale per combattere il fenomeno della corruzione.

Michele Sollecito – 1983, Giovinazzo (Ba). Dottore di ricerca in Letterature moderne e comparate, ha avviato una cooperativa di servizi editoriali digitali grazie alla vittoria del bando della Regione Puglia di Politiche giovanili “Principi Attivi”. Nel 2012 è stato eletto consigliere comunale a Giovinazzo (BA) e da allora è vicesindaco e assessore con delega ai servizi sociali, pubblica istruzione e legalità. Ha frequentato la prima scuola per giovani amministratori dell’ANCI. In concomitanza con la sua attività politica è impegnato con la sua cooperativa di servizi editoriali nella digitalizzazione professionale di testi e manoscritti antichi della biblioteca del Seminario vescovile di Molfetta. I testi già digitalizzati sono liberamente accessibili sul sito liberbook.eu.

Alessandra Sposato – 1988, Cosenza. Laureata in Relazioni Internazionali a Napoli, dopo un Erasmus a Parigi ed esperienze di studio e lavoro in Cina si è specializzata in Scienze Economiche a Milano. Fa convivere due passioni: lo studio di culture straniere e l’analisi numerica. Dopo aver lavorato tra megalopoli e multinazionali ha fatto rientro a Cosenza reinventandosi come Social Media Manager per le PMI della provincia. L’alfabetizzazione digitale del suo territorio la tiene occupata da circa un anno in particolare nell’affiancamento alle PMI e ad alcune PA del cosentino. Nelle ultime settimane è coinvolta in un progetto che prevede l’affiancamento e l’inserimento di giovani (formati gratuitamente sui temi del digitale) all’interno di imprese prevalentemente dislocate nei luoghi di provenienza dei giovani stessi tramite i finanziamenti di Garanzia Giovani.

Eleonora Tandoi – 1986, Sorbolo (Pr). Laureata in biotecnologie indirizzo farmaceutico, agro-ambientale e alimentare. Nel 2010 ha lavorato in BionatItalia (start-up di R&S) al suo progetto di tesi di tracciabilità genetica degli alimenti. Dal 2011 ha iniziato a lavorare per Molini Tandoi nell’area Quality e R&S. La sua passione per l’innovazione le ha permesso di vincere un grant nel 2014 della Regione Toscana per consolidare le mie competenze nell’ambito della valorizzazione della ricerca scientifica e trasferimento tecnologico. Per l’Università di Pisa, lavora sia come assistenza tecnica alla compilazione e gestione delle proposte progettuali che come scouter ovvero individuando quei ricercatori che lavorano su temi richiesti dalle calls europee e assistendoli nella traduzione dei loro progetti di ricerca in proposte di successo.

Rossella Vignola – 1986, Grassano (Mt). Laureata in Scienze internazionali e diplomatiche all’Università di Bologna (Forlì), ha conseguito un master in Sviluppo sostenibile del territorio. Appassionata di Balcani, ambiente, tecnologia e open software, durante un’esperienza di ricerca presso la ONG di Bruxelles European Citizen Action Service, ha esplorato il tema della democrazia digitale, in particolare della partecipazione democratica attraverso processi di crowdsourcing. Da due anni lavora per Osservatorio Balcani e Caucaso a Rovereto, media digitale e think tank che segue le trasformazioni politiche e sociali del Sud-est Europa. Dopo un anno di lavoro redazionale e come social media manager, si occupo ora prevalentemente di progettazione. Sta seguendo l’avvio di una collaborazione con Wikimedia per un progetto GLAM (Wikipediano in Residenza) e una progettazione per la creazione di una piattaforma di advocacy tra ONG in Italia, Balcani e Turchia sul tema migrazioni e asilo.

 

Uditori

Vania Cauzillo – 1984, Matera. Formatrice, regista e imprenditrice culturale in Basilicata. Interessata ai processi artistici come motori di cambiamento sociale e agli incroci di competenze apparentemente lontane per incontrare soluzioni nuove di sviluppo soprattutto in ambito culturale.
Ha fondato e lavora con: L’albero.orgLiberascienza.it, reteteatro41, CRESCO in Basilicata. Ha partecipato attivamente alla scrittura per Legge regionale sullo spettacolo in Basilicata, ha vinto una borsa per una mobilità su Bruxelles per un progetto di audience development per la lingua e la cultura italiana attraverso l’opera lirica con Opera Europa. Ha partecipato al progetto pilota Aspire to Create (finanziato dall’ EU) per il riconoscimento delle competenze acquisite in ambiti non formali di apprendimento collegati alla cultura.

Alice Giorgio – 1987, Potenza. Ricercatrice della Fondazione Mattei, istituto di ricerca che si occupa di sviluppo locale. Vive tra Milano e la Basilicata. È laureata in Economia delle Amministrazioni Pubbliche all’università Bocconi. Ha cominciato a interessarsi di sviluppo locale durante un periodo di internship presso le Nazioni Unite in Albania declinando, nel tempo, questo interesse sempre di più a livello locale. Il suo lavoro si focalizza principalmente su analisi territoriali, analisi di impatto socio-economico e azioni di supporto per la pianificazione territoriale in Basilicata. È stata coinvolta nel progetto “Digital Champions” per il comune di Marsicovetere in Provincia di Potenza. Il suo impegno per il progetto è stato di portare avanti un dialogo con l’amministrazione per l’introduzione degli open data e la diffusione della cultura digitale in generale (anche attraverso il Coderdojo). Suona il violino e la tromba. Ama il canottaggio.

Giuseppina Montesano – 1972, Matera. Vissuta a Potenza. Laureata in Giurisprudenza all’Università di Siena, iscritta all’Ordine degli Avvocati di Matera, dove attualmente vive. Ha frequentato corsi di approfondimento post-laurea e un master in Giurista d’Impresa. Ha lavorato 10 anni in uno studio legale, e 5 anni come Responsabile Amministrativo e Risorse Umane nel settore assicurativo. Sta perseguendo la specializzazione in Mediazione penale minorile e familiare, con lo Studio IRIS (Comunità di pratica in mediazione e giustizia riparativa dei confitti, con sede attualmente in Potenza e Roma). L’obiettivo è quello di aprire uno sportello per le vittime di violenza e uno studio di mediazione a Matera.

 

Galleria Video

TGR Rai Basilicata – 1 settembre, edizione delle 19,30

 

Partner

Main Sponsor

intesa-san-paolo