Con il pizzico di emozione che come sempre contraddistingue questi momenti, pubblichiamo il programma della due giorni bolognesi che ci apprestiamo a vivere.
Rispetto allo scorso anno, il Festival è cresciuto esponenzialmente.
Non solo più giorni e più sale. Ma più interlocutori di livello e più profondità.
E tante prossibilità diverse di attraversare Palazzo Re Enzo, arricchendosi.
Tra conferenze e workshop, corsi di formazione aperti a tutti ed attività per ragazzi e bambini.
Per i più volenterosi poi, c’è anche la possibilità di sporcarsi le mani, mettendo le proprie competenze a disposizione di tre buone cause. E’ questo il senso delle 3 “accelerazioni di comunità” strutturate attorno alle sfide di Libera, di alcune organizzazioni di rappresentanza degli interessi e di un gruppo di lavoro che sta provando a progettare un progetto pilota sulla sharing economy, da presentare al Parlamento Europeo.
A questo punto, non ci resta che rinnovare l’invito ad essere a Bologna questo fine settimana. Cercando di utilizzare al meglio questo tempo e queste energie che decidiamo di mettere in comune.
Il link per prendere i biglietti è sempre lo stesso http://www.eventbrite.com/e/la-seconda-edizione-del-festival-delle-comunita-del-cambiamento-tickets-17031990141 
L’hastag di riferimento è #RENAfestival.
Proviamo da arrivare in orario così iniziamo puntuali 🙂
E.. per chi proprio non ce la potesse fare.. qui ci sono le informazioni per seguire in streaming alcune sessioni.
Ultima cosa, ma non ditela troppo in giro, sabato sera, dalle 19 alle 23 facciamo un po’ di festa. E l’ingresso a Palazzo Re Enzo è libero.
Ps: se volete sapere perchè organizziamo il Festival, potete leggere qui.